La UE approva la legge sulle rinnovabili per la Romania

//   14 luglio 2011   // 0 Commenti

un futuro pulito

Dopo quasi tre anni, ieri è stato il giorno lungamente atteso dagli investitori della approvazione ufficiale e definitiva da parte della Commissione Europea della legge sugli incentivi alle energie rinnovabili in Romania.eind 300x196

Dopo un rimpallo durato oltre 30 mesi da quando venne proposta la prima versione della legge 220/2008, poi modificata nella 139/2010 ed infine ancora corretta nel giugno scorso con una ordinanza d’urgenza del governo romeno, finalmente il settore delle energie verdi ha un suo quadro normativo di riferimento chiaro e definito.

Lo schema di aiuti adottato dalla Romania si basa sul meccanismo dei certificati verdi che vengono riconosciuti ai produttori come “incentivo” . Il numero dei certificati verdi varia a seconda del tipo di fonte utilizzata per produrre energia, infatti si va dai due per l’energia eolica fino ai 6 per quella con il fotovoltaico, passando per i tre concessi per le biomasse.

Il meccanismo di funzionamento è molto semplice infatti per ogni mw/h di energia prodotto ed immesso nella rete elettrica nazionale, il produttore ha diritto ad un numero di certificati verdi che saranno concessi in base alla fonte utilizzata e che potrà vendere sul mercato regolamentato dell’Opcom entro una fascia di prezzo compresa tra i 27 ed i 55 euro, stabilita per legge per proteggere sia il produttore che il consumatore. A questo ricavo derivante dai certificati verdi va aggiunto il prezzo per la vendita dell’energia che oggi si aggira intorno ai 39 euro per ogni mw.

Da quando sono stati scambiati i primi certificati verdi sul mercato, ormai quasi due anni, il prezzo si è sempre mantenuto sui massimi ovvero tra i 53,5 ed i 55 euro ciascuno che fanno della Romania uno dei mercati più appetibili d’Europa in termini di potenziali ricavi per gli investimenti nelle energie rinnovabili.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *