LA STORIA IN FIAMME

//   15 aprile 2019   // 0 Commenti

schermata-2019-04-15-alle-22-38-21

Notre Dame è sempre stata LA cattedrale della storia. Un capolavoro dell’arte gotica che esalta un’architettura sacra, leggiadra e luminosa. La rottura con il passato dello stile romanico, il quale rispecchiava gli edifici dell’epoca, con le mura larghe e basse, le poche aperture e talvolta con un solo unico spazio interno. L’innovazione gotica prevedeva invece l’innalzare l’edificio religioso, alleggerendolo con numerose vetrate, sacrificando forse le strutture portanti, rendendolo abbellito da guglie e pinnacoli ma tanto più fragile, tanto che i costruttori di cattedrali dovevano spesso osteggiare i numerosi crolli.

L’abate Sugerio di Saint Denis, committente del primo edificio gotico della storia aveva così illustrato ai fedeli l’esigenza di tale maestosità: “Le vetrate permettono a Dio di entrare nella chiesa a sacralizzarla. Le guglie e i pinnacoli altro non sono che raggi di luce cristallizzati che illuminano tutti i peccatori”.

Stanotte Notre Dame brucia, il tetto è crollato, le fiamme si sono innalzate e continuano a distruggere un simbolo storico internazionale. Svariate le ipotesi: casualità, terrorismo, volontà umana. Troppo presto per conoscere le cause di questa tragedia. Troppo presto sapere l’esito dell’incendio e la possibilità di un futuro. Domani saranno salve le strutture ma non gli animi.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *