Virilita’ a rischio se non si smette di fumare

//   18 settembre 2011   // 0 Commenti

il fumo danneggia

Tante le leggende metropolitane, da scriverci romanzi, sui certi e presunti danni che il vizio del fumo puo’ comportare all’organismo umano. Questa volta a essere presi di mira sono gli uomini e la loro virilita’. E temiamo che sia vero!

A dimostrarlo è stato uno studio condotto dai ricercatori dell‘Università del Texas di Austin, pubblicato sulla rivista “British Journal of Urology International“.

Lo studio è stato condotto su ben sessantacinque fumatori sani (ovvero, che non soffrivano di impotenza): è stato previsto per loro un ciclo di otto settimane di terapia a base di cerotti di nicotina in modo da indurre i soggetti ad abbandonare il vizio della sigaretta. Il test aveva lo scopo di analizzare la funzionalità erettile e il desiderio sessuale prima, durante e dopo i test per vedere se si potevano riscontrare delle differenze tra coloro che continuavano a fumare e quelli che invece avevano smesso.

Di quì, tra i sessantacinque volontari, quarantacinque uomini che ancora fumavano e venti che invece avevano abbandonato il vizio da ormai una settimana, i ricercatori si sono, così, accorti che i venti soggetti che avevano smesso di fumare presentavano una migliore funzionalità erettile e un maggior desiderio rispetto ai fumatori.

Gli esperti suggeriscono di abbandonare il vizio della sigaretta non solamente per l’incidenza che ha sulla qualità della vita sessuale, ma anche per la salute in generale.

Mai tuttavia, uno studio era riuscito a dimostrare che anche chi non soffrisse di problemi di erezione potesse trarre benefici per la propria attività sessuale dicendo basta con il tabagismo.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *