La neve si e’ fermata a Roma!

//   4 febbraio 2012   // 0 Commenti

IMG_0244

Sabato 4 febbraio 2012 Musei Vaticani, Roma, ore 10.39: una pace, un silenzio e all’improvviso un grido…di stupore: “Mamma corri fuori e’ tutto bianco, c’e’ la neve voglio andare a fare il pupazzo di neve!”.

La voce e’ di Riccardino, il bimbo che abita nel mio stesso palazzo e la cui finestra confina con il balcone della mia camera da letto. Questa frase e’ stata la mia sveglia…allora presa dalla curiosita’ sono precipitata da letto e di corsa ad aprire la finestra. Una luce, un bagliore  che, incontrando la neve caduta e posatasi sulle inferriate del balcone, si rifletteva direttamente sul mio viso. Una meraviglia veramente! Ho pensato per un attimo di trovarmi a Pescocostanzo, in Abruzzo, tra le montagne,uno dei borghi più belli d’Italia dove andavo da bambina a sciare con i miei genitori.

IMG 02651 225x300

 

Il cuore di Roma si è svegliato, così, sotto almeno 40 centimetri di manto bianco dopo oltre 24 ore di precipitazioni nevose. Al momento i fiocchi non cadono più sul centro storico, ma forse in periferia il manto va dai 30 ai 60 centimetri. Per ora non voglio pensarci ma godermi quel momento.

Guanti, cappellino, sciarpa, scarpe da ginnastica e piumino sono giu’ in mezzo a quello splendore. Un evento eccezionale! Nel giardino sotto casa, di solito abbandonato e vuoto, quanti i bambini e i genitori, i nonni, le coppie. Tutti a giocare, a tirarsi le palle di neve. I cani a rincorrersi. Gli alberi, spogli e rinsecchiti, sembravano dei salici bianchi..di neve. Splendidi! Sembrava la scena di quei film che trasmettono solo durante il periodo natalizio. Un’atmosfera gioiosa, pacata e al tempo stesso frizzante e piacevole, forse addirittura amichevole.

 

Sì, tutti apparivano rilassati. No, non e perche’ era sabato ma perche’ la neve per qualche ora era diventata una sorta di terapia della felicita’. Per rendere l’idea il film ‘’The family man’’.

IMG 02721 300x225Nessuno pensava ad andare al centro commerciale, come e’ solito fare dalla maggior parte delle famiglie il sabato mattina. Nessuno urlava se non per ‘’scansare’’ una palla di neve lanciata a sorpresa, nessuno litigava se non per farsi fare una foto in mezzo alla neve. Un’atmosfera inebriata di amore, serenita’. Quasi a dimenticare per qualche ora lo stress, la tensione…la crisi!

IMG 0283 300x225Famiglie, turisti abbigliati da neve, ragazzi che improvvisano slittini con buste di plastica e giu’ a scivolare e farsi lanciare lungo i pendii delle vie, nonne e mamme che al tipo del mercato di farsi dare qualche trancio di baccala’ da mettere nella polenta, coppie che al bancone del bar ordinano una tazza di cioccolata calda. Cose, alcune,  inusuali ma che la neve rende piu’ bello, gustoso e desiderato.

Voglio ripeterlo, un evento eccezionale per i romani. Dal lontano 1985 la neve si era dimenticata di Roma. Lei non e’ di casa quì ma oggi sabato 4 febbraio ha voluto farsi vedere, e perche’ no sostare per qualche giorno, senza pensare agli eventuali disagi. Come se si fosse meritata o meglio regalata un week end a Roma. Al Colosseo, al Campidoglio, lungo il Tevere, a Castel Sant’Angelo, all’Ara Pacis (anche se quì si confondeva con il bianco dell’edificio), in via della Conciliazione, ai Musei Vaticani. E a San Pietro, dove la cupola si notava ancora di piu’, forse perche’ il ‘’cupolone’’, come si dice a Roma, e’ comunque il ‘’cupolone’’!

IMG 0305 300x225Peccato pero’ che, appena rientrata a casa, ho acceso la tv, e tutta la magia e’ svanita facendomi tornare con i piedi a terra, quando su Raiuno la giornalista: ” La città è semi paralizzata, rari i bus in servizio, pochissimi i taxi e le auto private attrezzati con catene e dunque autorizzati a circolare dopo l’ordinanza restrittiva emanata venerdì pomeriggio dal sindaco della Capitale. In giornata si prevedono altre precipitazioni. Mentre sulle previsioni meteo è in corso una dura polemica tra il sindaco di Roma, Alemanno, che accusa: «I bollettini erano sbagliati, voglio una commissione d’inchiesta» – e il capo della Protezione civile Gabrielli.

E’ stato bello comunque, vivere l’eccezionalita’ di questo evento anche se per poche ore! Pupazzi di neve ovunque. Tanti e tanti con forme diverse colorati, perfetti, appena accennati, grossi, grassi, bassi, lunghi. Loro i protagonisti, silenziosi, gli inaspettati turisti della citta’ eterna.

IMG 03021 300x225

 


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *