La mostra “Incantesimi. I costumi del Teatro alla Scala dagli anni Trenta a oggi” a Palazzo Reale a Milano

//   30 gennaio 2018   // 0 Commenti

1-incantesimi-copyright-masha-siragoreportersassociatiarchivi

2 Vittoria Crespi Morbio curatrice mostra © copyright Masha SiragoReportersAssociatiArchivi2 300x224

Vittoria Crespi Morbio, curatrice mostra

A Palazzo Reale a Milano la mostra “Incantesimi. I costumi del Teatro alla Scala dagli anni Trenta a oggi” è stata prorogata fino al 4 febbraio. Inaugurata lo scorso 10 ottobre, la mostra intende celebrare la storia e l’identità del Teatro alla Scala, dagli anni Trenta del secolo scorso fino ai nostri giorni, con l’esposizione di 24 costumi realizzati dai più grandi costumisti del mondo, ma anche per celebrare i quarant’anni di attività dell’Associazione Amici della Scala (www.amiciscala.it).

5 Incantesimi © copyright Masha SiragoReportersAssociatiArchivi2 300x224

mostra "Incantesimi" a Palazzo Reale

“Il costume teatrale vive di un paradosso: è fatto per esser visto da lontano, eppure gli artisti che lo creano e gli artigiani che lo confezionano amano curarlo sino al più minuto dettaglio, anche se invisibile” mi racconta Vittoria Crespi Morbio, curatrice e storica della scenografia teatrale ed esperta dei rapporti tra arti figurative e teatro musicale. Masha Sirago incontra Vittoria Crespi Morbio: clicca video (5’27″ © copyright Masha Sirago): https://www.youtube.com/watch?v=7nqxMn_a9Ug

4 Masha e Vittoria © copyright Masha SiragoReportersAssociatiArchivi3 224x300

Masha Sirago, scrittrice e Vittoria Crespi Morbio, curatrice

I 24 costumi esposti nelle Sale degli Arazzi di Palazzo Reale sono stati realizzati dai più grandi costumisti mondiali che hanno lavorato alla Scala e per la Scala: Caramba, mago della Scala negli anni di Toscanini; Franco Zeffirelli, uomo di spettacolo tout court; Anna Anni, attenta e poetica indagatrice delle epoche storiche; i premi Oscar Piero Tosi, Gabriella Pescucci e Franca Squarciapino; Pier Luigi Pizzi, artefice di fasti barocchi; gli stilisti Gianni Versace, con le creazioni per Robert Wilson, e Karl Lagerfeld, per Luca Ronconi, sono solo alcuni dei nomi che in teatro hanno goduto della libertà di osare, sperimentando forme e materie nuove che solo la realtà immaginifica del palcoscenico rende possibili.

“Gli Amici della Scala hanno deciso di avviare un’operazione di restauro di un selezionato numero di costumi scaligeri e di esporli in mostra, per rievocare l’incanto di alcuni spettacoli allestiti alla Scala dagli anni Trenta ai giorni nostri” ha dichiarato Anna Crespi, Presidente degli Amici della Scala. Il recupero e la valorizzazione di gran parte dei costumi esposti sono stati affidati all’Atelier Brancato. Il Restauro Tessile Lombardo è intervenuto sui costumi di Aida, Eugenio Oneghin, La sonnambula. La ditta Phoenix Collection ha curato la sistemazione della tiara di Amneris.

3 Amina Maria Callas costume di Piero Tosi La sonnambula di Bellini Teatro alla Scala 1955 © copyright Masha SiragoReportersAssociatiArchivi2 224x300

"Amina" (Maria Callas), costume di Piero Tosi - La sonnambula di Bellini - Teatro alla Scala, 1955

Ogni costume rimanda alla creazione di storici spettacoli per la regia di Luchino Visconti, Giorgio Strehler, Luca Ronconi, Liliana Cavani, Robert Wilson, Robert Carsen e molti altri. Ad indossarli, divi quali Maria Callas, Renata Tebaldi, Carla Fracci, Rudolf Nureyev, Boris Christoff. L’allestimento evoca un palcoscenico di teatro che si estende per quattro sale, con la sfilata dei costumi illuminati come se abitassero la scena. Sullo sfondo le immagini dei grandi interpreti, in un gioco di video, audio e luci che fanno rivivere l’emozione di lontane serate leggendarie.

5 particolare Tatiana Renata Tebaldi costume di Alexandre Benois Eugene Onegin di Cajkovskij Teatro alla Scala 1954 © copyright Masha SiragoReportersAssociatiArchivi2 300x224

particolare "Tatiana" (Renata Tebaldi) costume di Alexandre Benois - Eugene Onegin di Cajkovskij- Teatro alla Scala, 1954

A corredo della mostra, il volume “Incantesimi. I costumi del Teatro alla Scala dagli anni Trenta a oggi” (pag.312) edito dagli Amici della Scala, ripercorre tutte le fasi di questa storia affascinante, documentate da reperti d’epoca, bozzetti, figurini, fotografie fuori e dentro il palcoscenico. Il momento culminante è quando il costume incontra la figura fisica di chi deve indossarlo e interpretarlo, e gli esempi sono moltissimi, da Maria Callas nella Sonnambula e nel Turco in Italia, a Renata Tebaldi in Eugenio Onegin; da Nureyev nello Schiaccianoci a Carla Fracci nella Fille mal gardée. Alcuni di questi costumi, come pure gli allestimenti di cui fanno parte, hanno una vita lunghissima e ritrovano la scena anche a distanza di tempo, cambiando identità a seconda dell’interprete. Del volume ne parla Francesco Maria Colombo, direttore d’orchestra e fotografo. Masha Sirago incontra Francesco Maria Colombo, mostra “Incantesimi” (video 2’52″ © copyright MS): https://www.youtube.com/watch?v=XQyOjwXbXYk

Nel novembre scorso è stato anche presentato dall’Associazione Amici della Scala anche il volume “Giulio Coltellacci. Teatro Cinema Pittura” sempre a cura di Vittoria Crespi Morbio e con testimonianze di Roberto Capucci, Filippo Crivelli, Jaja Fiastri, Elio Pandolfi, Bruno Piattelli, Francesco Rosi, Franca Valeri, Lina Wertmüller, Francesco Zito. Giulio Coltellacci (1916-1983), in oltre quarant’anni di carriera, ha diversificato il suo talento in vari  campi dello spettacolo. Ha contribuito al successo della rivista italiana, dagli spettacoli di Wanda Osiris a Rugantino; ha lavorato nei grandi teatri d’opera italiani, e al contempo ai musical di Garinei e Giovannini, mantenendo la sua forte cifra creativa e il perfetto dominio dei meccanismi del palcoscenico. È stato il costumista dei divi del cinema, ha realizzato le  scene per il teatro di prosa, balletto e lirica. Un artista complesso e multiforme.

Leggi anche: “Arturo Toscanini. La vita e il mito di un maestro immortale” al Museo Teatro alla Scala: http://www.mondoliberonline.it/arturo-toscanini-la-vita-e-il-mito-di-un-maestro-immortale-al-museo-teatro-alla-scala/70967/.

Omaggio a Renato Bruson: Omaggio al baritono Renato Bruson, per il ciclo “Grandi voci alla Scala”: http://www.mondoliberonline.it/omaggio-al-baritono-renato-bruson-per-il-ciclo-grandi-voci-alla-scala/75011/

Renato Bruson: intervista-conversazione, dal palcoscenico della lirica al collezionismo di opere d’arte dell’Ottocento: http://www.mondoliberonline.it/renato-bruson-intervista-conversazione-dal-palcoscenico-della-lirica-al-collezionismo-di-opere-darte-dellottocento/49045/.

“Museo Renata Tebaldi” a Busseto: quando il mito trova casa: http://www.mondoliberonline.it/museo-renata-tebaldi-a-busseto-quando-il-mito-trova-casa/41845/

“Renata Tebaldi – Il mito del canto, lo stile di una diva nel cuore di Milano”: http://www.mondoliberonline.it/renata-tebaldi-il-mito-del-canto-lo-stile-di-una-diva-nel-cuore-di-milano/47052/

A Milano, per “Prima delle prime” al Teatro alla Scala l’opera “Andrea Chénier” di Umberto Giordano e a Palazzo Reale la mostra “Incantesimi” dell’Associazione Amici della Scala: http://www.mondoliberonline.it/a-milano-per-prima-delle-prime-al-teatro-alla-scala-lopera-andrea-chenier-di-umberto-giordano-e-a-palazzo-reale-la-mostra-incantesimi-de/74428/

Un pomeriggio conviviale a Casa Verdi sulle note del Belcanto italiano: http://www.mondoliberonline.it/un-pomeriggio-conviviale-a-casa-verdi-sulle-note-del-belcanto-italiano/71210/

“Letture e Note” al Museo del Teatro alla Scala: http://www.mondoliberonline.it/letture-e-note-al-museo-del-teatro-alla-scala/67372/.

“Storia dell’opera italiana” di Fabrizio Dorsi e Giuseppe Rausa, presentato al Conservatorio di Milano: http://www.mondoliberonline.it/storia-dellopera-italiana-di-fabrizio-dorsi-e-giuseppe-rausa-presentato-al-conservatorio-di-milano/68752/.

Masha Sirago, testi, video e ph © copyright Masha Sirago/ReportersAssociati&Archivi, mashasirago@gmail.com – www.mashasirago.com

 

 


Tags:

Amici della Scala

Callas

costumi teatrali

Ennio Poggi

Giulio Coltellacci

Incantesimi. I costumi del Teatro alla Scala

Masha Sirago

mostre

Renata Tebaldi

Renato Bruson

Vittorica Crespi Morbio


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *