La fiaba “Pierino e il lupo” di Prokof’ev in Auditorium nell’interpretazione di Bustric

//   6 ottobre 2016   // 0 Commenti

BUSTRIC 4 come oggetto avanzato-1

L’autunno si apre con il capolavoro di Prokof’ev e la magica interpretazione di Sergio Bini, in arte Bustric

Crescendo in Musica, la rassegna de laVerdi del sabato pomeriggio per i  bambini, i ragazzi e le famiglie, torna con il primo appuntamento autunnale   dedicato – a grande richiesta – a un classico di sempre: Pierino e il lupo.

Sabato 8 ottobre (ore 16.00), l’Auditorium di Milano ospiterà una delle opere di maggior successo internazionale del pianista e compositore russo Sergej Prokof’ev, il più grande successore di Čajkovskij nel mondo del balletto narrato.

A raccontare e interpretare questa meravigliosa favola è Sergio Bini, in arte Bustric: attore, mago, clown e fantasista dalla vena poetica e surreale, che a laVerdi può contare su centinaia di piccoli (e grandi) fan. Un comico magico, clownesco, trasformista e poeta della meraviglia e dell’inganno che riesce ogni volta a sorprendere con la spettacolarità del suo linguaggio e la sua duttilità fisica. Accompagnato dalle “immagini sonore” degli strumenti dell’Orchestra Verdi,  Bustric darà vita a tutti i personaggi del racconto in un gioco di pantomima, varietà, comicità, che è pura, poetica magia. Lo vedremo così nei panni di Pierino, del gatto, dell’anatra, del nonno e persino del lupo, protagonisti di una fiaba che ha sempre divertito e che ha fatto sognare bambini e adulti.

Per l’occasione, il Maestro Marcello Bufalini torna alla guida dell’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi, che eseguirà in apertura la scintillante Sinfonia de La gazza ladra di Gioachino Rossini.

Info: (Biglietti euro 15,00/7,50; Info e prenotazioni: Auditorium di Milano Fondazione Cariplo, largo Mahler, orari apertura: mar – dom ore 14.30 – 19.00, tel. 02.83389401/2/3; on line: www.laverdi.org, www.vivaticket.it )

Pierino e il lupo (1936), di Sergej Prokof’ev:

Mentre Prokof’ev si trovava con i due figli al Teatro per ragazzi di Mosca, la direttrice del teatro, Natalia Satz, lo riconobbe e gli chiese di comporre qualcosa appositamente per i bambini: il musicista accettò e in appena cinque giorni si ripresentò con musica e testo pronti. Il brano si propone di insegnare ai bambini a riconoscere gli strumenti di un’orchestra. Ogni personaggio è rappresentato da uno strumento diverso e l’autore prescrive esplicitamente al direttore di mostrare, prima dell’esecuzione di un brano, gli strumenti ai bambini e di far suonare tutti i motivi dell’opera. Così, Pierino è un quartetto d’archi, l’uccellino è un flauto, il nonno è impersonato dal fagotto, il gatto da un clarinetto, l’anatra dall’oboe, il lupo dai corni, i cacciatori dai legni, lo sparo del fucile dai timpani. La prima esecuzione di Pierino e il lupo avvenne alla Filarmonica di Mosca nel 1936, diretta dallo stesso Prokof’ev.


Tags:

Auditorium

Bustric

LaVerdi

Masha Sirago

milano


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *