Italiani e immigrati a confronto con il docu-reality ”Invito a cena”

//   15 ottobre 2011   // 0 Commenti

una storia

Due persone che non si conoscono, un italiano e uno straniero, ma che vivono a pochi chilometri di distanza, si incontrano per la prima volta per mangiare insieme alla stessa tavola.

logo Babel1E’ l’idea di Invito a cena, docu-reality al via su Babel, il canale 141 di Sky dedicato ai “nuovi italiani”, dal 6 novembre ogni domenica alle 21, con una preview sabato 15 ottobre sempre alle 21. Scritto e diretto da Angelo Bozzolini,
già collaboratore di Annozero, in 8 puntate e 16 storie il programma promette di “portare in tavola l’integrazione”, secondo la linea del canale, che a novembre festeggerà il suo primo anno di vita.

“Il fenomeno dell’immigrazione – spiega il managing director Luca Artesi – è differente da regione a regione, da città a città. I media se ne occupano solo per casi di cronaca o temi di denuncia come la sicurezza. Questo invece è un programma di incontri e storie, senza commenti né pregiudizi”, per capire le ragioni dei contrasti o delle convivenze riuscite.

Con la voce narrante di Giuseppe Battiston e una ricetta da appuntare alla fine di ogni puntata, filo conduttore
della serie sono le storie dei due protagonisti e la cena organizzata dal “nuovo italiano” con un piatto tipico della propria terra, in un confronto diretto di tradizioni, realtà personali, professionali e politiche. Si parte tra i fumi del riso alla cantonese, con La Toscana incontra la Cina e la storia di Giada Lin, da vent’anni in Italia e oggi assessore ai rapporti
con la comunità cinese di Campi Bisenzio. Con lei, Manuela Biliotti, imprenditrice nel ramo tessile, che ha invece dovuto cedere la sua attività per la crisi che ha investito Prato, dove la comunità cinese ha conquistato ampio spazio.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *