Italia- Uzbekistan: Polidori, piano d’azione in tre mosse

//   11 ottobre 2011   // 0 Commenti

uzbekistan 300x225Bukara, 10 ottobre 2011 – Impegno italiano per l’Adesione dell’Uzbekistan all’Omc, intensificazione di contatti diretti con fornitori e acquirenti uzbechi e un’analisi di mercato sui principali settori aperti alle esportazioni italiane. Sono questi i tre punti del piano per l’Uzbekistan, annunciato oggi dal sottosegretario al commercio con l’estero, durante la sua ultima tappa del periplo che l’ha portata nelle tre principali città del paese.

Parte oggi, dopo un’attenta ricognizione dei punti di forza e delle criticità dell’area, il mio piano per l’Uzbekistan“, ha dichiarato Polidori. “ In primo luogo ritengo che il paese debba aderire il prima possibile all’ omc: ciò condurrebbe rapidamente ad un intensificarsi degli scambi commerciali (già in forte accelerazione) oggi ostacolati da dazi spesso troppo elevati e da politiche di sostituzione dell’import. Sosterrò questa posizione alla ministeriale Omc di Ginevra a dicembre. In secondo luogo, nei prossimi mesi i tecnici del ministero lavoreranno all’intensificazione di contatti diretti con fornitori e acquirenti uzbechi, per ridurre i costi legati all’intermediazione. Infine lanceremo un’analisi di mercato sui settori principali che nella mia missione ho identificato come più promettenti ( dalle infrastrutture al tesile, dal trattamento delle acque all’agroalimentare, ai servizi turistici), un’analisi che poi potrà essere condivisa con le associazioni di impresa e le agenzie di sostegno all’internazionalizzazione“.

Nella visita di oggi a Bukara, cuore della produzione cotoniera dell’Uzbekistan e ultima tappa della visita di governo, il sottosegretario Polidori ha incontrato le amministrazioni locali per imprimere un rafforzamento dell’interscambio commerciale puntando sui due vantaggi competitivi della città : la produzione di cotone e la vicinanza alla zona economica di Navoi, che offre incentivi fiscali, finanziari e infrastrutturali. Le autorità locali hanno confermato al sottosegretario come sia prioritario, in particolare, il rafforzamento delle infrastrutturale, a cominciare dal rifacimento della linea ferroviaria che la collega con la capitale e attraverso di essa con la rete ferroviaria fino ed oltre Mosca.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *