ITALIA – MOLDOVA: Polidori punta ad un miliardo di interscambio

//   29 luglio 2011   // 1 Commento

Il Governo italiano scommette sulla Moldova e sostiene le aziende che vogliono investire nel paese: i rapporti bilaterali sono infatti in crescita e l’obiettivo e’ raggiungere nel medio periodo il miliardo di euro di interscambio e un numero di imprese pari a mille. Una previsione ben vicina alla realtà grazie anche alla presenza di Confindustria che da oggi scende in campo nell’ex repubblica sovietica offrendo un fondamentale strumento di sostegno alle relazioni e economiche tra i due paesi. E’ la sintesi della prima giornata di visita istituzionale del sottosegretario al commercio con l’estero, Catia Polidori, nella capitale della Moldova, Chisinau.

Polidori ha incontrato  il Primo ministro della Repubblica Moldova, Vladimir Filat, il ministro dell’agricoltura, Vasile Bumacov e subito dopo e’ intervenuta alla cerimonia di inaugurazione di Confindustria Moldova. Nella giornata di domani, il sottosegretario incontrerà il presidente ad interim della repubblica, header, il ministro delle finanze, Venceslav Negruta, il ministro dell’economia, Valeriu Lazar, il responsabile dei trasporti, Anatolie Salaru e il vice ministro degli esteri, Andrei Popov.

“La Moldova e’ ormai un nostro vicino. Auspichiamo quindi una rapida conclusione dell’accordo di libero scambio con l’unione europea attualmente in corso di negoziato. Ciò costituira’ una necessaria e importante premessa per un’avvicinamento ulteriore della Moldova alle istituzioni comunitarie”, ha dichiarato Polidori. “Nel negoziato sul libero scambio, infatti, potremmo portare avanti insieme battaglie importanti per entrambi i paesi, a cominciare dalle indicazioni geografiche“. A tal proposito il sottosegretario ha rimarcato, nel suo incontro con il Premier Filat, la necessita’ di trovare quanto prima una soluzione sul vino aromatizzato italiano, la cui esportazione dovrebbe tra poco essere soggetta a forti dazi proprio ad opera della Moldova. “ Ho avuto rassicurazione dal premier: ha preso a cuore il problema e ho la sua parola che anticiperà la mia richiesta al ministro delle finanze prima del mio incontro di domani. Il vino e’ un settore simbolo perla nostra cooperazione economica, di cui l’Italia e’ il primo esportatore mondiale e, per la Moldova”, ha concluso il sottosegretario, ” il settore agricolo significa il 10 per cento del pil, il 30per cento della forza lavoro, il 40 per cento dell’export“.

Attualmente l’Italia e’ al secondo posto come investitore e numero di aziende nel paese, che ormai superano le 700 unita’: un numero destinato ad aumentare e a tal fine il sottosegretario Polidori si e’ impegnata ad organizzare quanto prima un Business Forum, in Italia o in Moldova, focalizzato ad un numero limitato di settori particolarmente promettenti, un’idea condivisa nei mesi precedenti dallo stesso presidente del consiglio, Silvio Berlusconi.


Articoli simili:

1 COMMENT

  1. By Olesea, 19 agosto 2017

    Forza, coraggio e costanza prima o poi premierà il mio paese : Rep. Moldova !

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *