Istat, ultimi giorni per consegnare il questionario sul censimento

//   2 novembre 2011   // 0 Commenti

censimento istat 300x158C’è tempo fino al 20 novembre 2011 per riconsegnare il questionario compilato.

Rispondere è un dovere; inoltre, è fondamentale per non perdere i diritti derivanti dall’iscrizione anagrafica e per mettere in luce le caratteristiche del nostro Paese.

COME COMPILARE IL QUESTIONARIO:

Tutti i residenti hanno ricevuto il questionario indirizzato alla loro famiglia direttamente nella cassetta della posta.

Puoi compilare il questionario in due modi:
1) on-line. In questo caso, dal 9 ottobre 2011 devi usare la password che trovi sulla prima pagina del questionario cartaceo che ricevi a casa;
2) su carta. In questo caso, dal 10 ottobre 2011 puoi consegnarlo a mano in qualsiasi ufficio postale o nei centri di comunali di raccolta. Per sapere dove sono quelli predisposti dal tuo Comune, vedi qui:
http://censimentopopolazione.istat.it/tutto-sul-questionario/centri-di-raccolta/default.html
Se sei in difficoltà, puoi farti aiutare dal personale dei centri di raccolta o dai rilevatori che passeranno a ritirare i questionari non restituiti.
Le informazioni fornite sono tutelate dalle disposizioni in materia di segreto statistico e sottoposte alla legge sulla protezione dei dati.

PER CHI NON PARLA BENE L’ITALIANO:

L’ISTAT ha:
1) aperto il numero verde nazionale  800.069.701 (gratuito sia dal telefono fisso sia dal cellulare) che dà informazioni e chiarimenti in più lingue;
2) tradotto in 19 lingue il questionario, la lettera informativa e la guida alla compilazione:
http://censimentopopolazione.istat.it/tutto-sul-questionario/multilanguage/default.html
Il questionario va comunque compilato in italiano.

INFORMAZIONI IMPORTANTI SOPRATTUTTO PER I CITTADINI STRANIERI:

I dati raccolti tramite Censimento verranno poi confrontati con quelli anagrafici.
Se emergeranno delle differenze (ad esempio: persone iscritte in anagrafe che non restituiscono il questionario), ci potranno essere delle operazioni di revisione dell’archivio anagrafico da parte degli Uffici di anagrafe (ad esempio: cancellazione dall’anagrafe comunale e quindi perdita della residenza).
La cancellazione anagrafica può determinare una serie di conseguenze importanti, soprattutto per le persone straniere (ad esempio: cancellazione dell’iscrizione sanitariainterruzione del periodo formale di residenza). Questa interruzione ha una serie importante di conseguenze: l’anzianità di residenza è infatti requisito per richiedere l’accesso a prestazioni sociali, ai bandi dell’Edilizia residenziale pubblica e può creare problemi per l’ottenimento della cittadinanza italiana.
Per questi motivi, è importante che tutti ricevano e restituiscano il questionario compilato.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *