Isarescu apre alla riduzione del costo del lavoro

//   6 ottobre 2011   // 0 Commenti

isarescu

Il Governatore della BNR Isarescu è intervenuto nel dibattito in corso circa la possibile riduzione dei contributi previdenziali ed assicurativi a carico delle imprese. A margine di un convegno economico organizzato a Bucarest Isarescu ha dichiarato: ” se prendo un rischio per stimolare l’economia, la riduzione dei contributi sociali sarebbe la benvenuta ”. Sicuramente questa ipotesi potrebbe rappresentare un rischio per lo stato che avrebbe a disposizione meno risorse per gli investimenti pubblici ma contestualmente potrebbe spingere gli investimenti privati che indirettamente poi contribuirebbero poi al budget statale. Il governatore della BNR ha precisato che “ oggi il lavoro è troppo tassato “  e questo mette il paese in una condizione di ulteriore difficoltà collocandolo in diretta competizione con la Bulgaria e con la Repubblica di Moldova dove vi sono condizioni più favorevoli.

Un’attenzione particolare è stata riservata agli investimenti infatti secondo le parole di Isarescu “ qualunque investimento non terminato è una risorsa immobilizzata, un paese si sviluppa o cresce nella misura in cui impiega le risorse e non quando le immobilizza,” – ha concluso -  “gli investimenti sono la priorità essenziale.”

Ad oggi esiste un rapporto sfavorevole tra forza lavoro attiva e coloro che ricevono gli aiuti sociali sotto ogni forma, questo rappresenta “ un rapporto chiave ed il punto di equilibrio è ancora lontano “.

Un dato positivo comunicato da Isarescu è stato quello dell’inflazione che si è assestata ad agosto al 4,25% grazie al buon andamento dei prezzi del comparto alimentare facendo così intravedere la possibilità che entro fine anno raggiunga i valori indicati da governo e BNR del 3%.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *