Iran, U.S.A. in ogni caso un Nuova Era per il Mondo intero

//   2 febbraio 2017   // 0 Commenti

Bandiera USA AmericaBeh. Diciamola tutta. Un Potente come Trump mancava nel mondo. Cioe’ mancava una voce autorevole che dicesse che l’euro è denaro camuffato tedesco, per quanto la Merkel abbia replicato che non sia vero. Vada a raccontare le novelle all’asilo! Mancava una voce che riponesse la centralità della vita, la famiglia naturale, e contrapponesse ai grandi capitali, l’importanza del ceto medio. Mancava una forte voce antiglobalizzazione, e che riportasse la difesa della cristianità al vertice dell’agenda di Stato. Mancava chi si opponesse all’anarchia di confine tra States e Messico… Mancava un Uomo come il Pres Trump… Anche se la chiusura allo Stato Islamico dell’Iran perché sospettato di essere un finanziatore del terrorismo internazionale mi appare una stupidaggine, poggiante su una mancanza di Cultura e di conoscenza profonda dell’Iran. Il nuovo capo della CIA, Pompeo, dovrebbe mettere in conto, presumo, la collaborazione tra i servizi d’intelligens iraniani con i nostri Europei e forse presumo quante volte essi hanno scongiurato gravissimi attentati in un quadro di collaborazione contro un unico nemico comune: il fondamentalismo islamico. Ma forse la mia fantasia è delirante sia pure che in linea con il pensiero del capogruppo Repubblicano al Senato Usa, che ieri in dichiarazioni pubbliche ha menzionato l’utilità delle spie mussulmane che arrivano dove la CIA non arriva, e la pericolosità di rompere i rapporti con loro. Purtroppo la prima guerra è sempre nella foresta tenebrosa e allucinante del mondo delle spie, dopo arrivano le divise, solo dopo MAI prima. E questa mia certezza mi fa’ rabbrividire alla situazione di chiusura al civile Stato Islamico dell’Iran, perché potrebbe scompaginare i delicatissimi e invisibili equilibri di collaborazione tra la loro rete d’intelligens che in medio Oriente è potentissima e le nostre Agenzie Europee d’intelligens, in un momento in cui l’Isis vuole colpire pesantemente l’Europa con i suoi insospettabili dormienti. Non credo di essere un allarmista, ma ricordo al lettore che molto prima di Nizza esisteva un allarme sull’uso di veicoli, auto, camion per fare del male, di cui gli assonnati servizi francesi non hanno tenuto di debito conto. Allarme che solo che dei temibili infiltrati tra l’Isis potevano dare. Il fatto che in Iran non vi sono stati attentati è dovuto al fatto che ogni iraniano è una spia per ideale dello Stato dell’Iran, e essendo l’Iran poco garantista alla maniera occidentale, il sicuro intervento della Polizia Segreta a torto o a ragione gli ha garantito quella sicurezza che da noi manca, tant’è che le nostre autorità ci dicono che forse del sangue italiano sarà sacrificato… L’Iran è nel mirino dei fondamentalisti islamici e questo dovrebbe al di là d’ogni ragionevole dubbio fare stare l’America dalla parte dell’Iran, senza mezze misure, anche perché l’Iran condivide col Pres Trump l’essenza del Suo Pensiero. Fare di tutta un erba un fascio è un errore gravissimo o è il pretesto per la realizzazione di piani occulti. L’Iran non è uno Stato canaglia, non è un finanziatore di morte, è uno Stato Teocratico Pacifico dove essere cristiani non comporta nessuna persecuzione. Anzi li le Chiese Cristiane esistono e guai a toccarle, mentre in Arabia Saudita sono vietate. Disposizioni di Legge iraniane obbligano gli iraniani all’estero di rispettare i paesi ospitanti e di non mettere veli o altro per non irretire le altrui culture. Mi pare che questo particolare dovrebbe fare capire bene che cosa è l’Iran. Mah! Da cittadino del mondo capisco solo che essere noglobal significa essere rispettosi verso la diversità, e sicuramente l’Iran è diverso da noi occidentali, ma non certamente uno Stato Terrorista. Affondo la lama del pensiero sulla brutta bestia che si è scatenata nel mondo! E chi mi dice che sull’onda del giusto agire il Pres Trump non sia stato con inganno indotto ad essere pesante con l’Iran proprio per strozzare la collaborazione dei loro 007 con i paesi europei e quindi dare indirettamente forza alle organizzazioni terroristiche di colpire pesantemente, cosi’ da ottenere certo risultato dell’occulto scopo politico. I servizi tedeschi temono degli attacchi chimici e l’avvelenamento delle acque potabili. Vado oltre. Il lettore mi perdoni per l’eccesso di fantasia, ma devo pur esprimere un punto di vista originale! In massima Libertà di Pensiero! Additare l’Iran come finanziatore l’Isis è una demenzialità, ma associare la teocrazia iraniana al fondamentalismo Islamico è una bestemmia culturale. Ammesso per assurdo che i servizi iraniani decidano di abbandonare l’Occidente, o siano impediti con astuzia a avvisare l’Europa, vi potrebbe essere per assurdo un attentato con 10 milioni di morti a firma Islam. Quale sarebbe il risvolto? Il Generale Patton durante la seconda guerra mondiale oso’ pensare che gli ebrei americani erano peggio dei tedeschi nazisti, è così terminò la sua carriera. E se dietro questo accanimento verso l’Iran vi fossero gli ebrei americani? Insolita la decisione di colpire l’Iran, e non la Tunisia o l’Arabia Saudita, insolito non tenere conto che i militari russi sono permanentemente in Iran. Domanda. Quei mussulmani che in veste di spie hanno servito di Stati Uniti potranno ottenere un visto di ingresso e di permanenza negli States? Pare che anche a loro le porte siano chiuse se si pensa a un irakeno grande collaboratore dei marines, oggi è fuori da ogni ulteriore chance, se non che la morte certa in Iraq. Insomma, mi domando quali lobbies in modo astuto malconsigliano il Pres Trump?. Si dice che questa risoluzione sia per ritrattare sull’atomica iraniana. Mah! Sarebbe stato logico per gli States fare occulta e diplomatica pressione su Putin per ottenere dei risultati concreti. Ma forse questa repentina decisione che è temporale, è volta veramente a proteggere il popolo americano da terribili attentati. Noi non sapremo mai se il Pres Trump da rapporti dati da Mr Pompeo sapeva che stavano entrando negli States terribili terroristi che sono sfuggiti anche al controllo dei servizi segreti iraniani. Ma questi sono problemi che Mr Pompeo tratterà direttamente con il capo della sicurezza iraniana, lasciando a noi il dubbio che Trump sull’Iran abbia esagerato, o sia stato malconsigliato. Comunque penso che dalla sinergia filosofica dell’Iran e degli U.S.A, possa nascere una nuova filosofia di vita che nella Sua Essenza trascenda la Bibbia e il Corano e attualizzi nelle coscienze la concretezza della nostra Essenza cioè l’Infinito, rimettendo a posto il mondo intero oggi in preda ai demoni del relativismo e della follia. Utopia? Speranza? Sogno? Sicuramente incubo per i nemici dell’Umanità, che sono certamente contro lo Stato Islamico dell’Iran e gli Stati Uniti d’America!


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *