Esclusivo / Intervista a Garofalo, presidente AIAL

//   22 dicembre 2011   // 0 Commenti

aial

garofalo aial- Presidente Garofalo, l’associazione AIAL si definisce “autonoma, apolitica e non coinvolta con le ditte mandanti”.
Come nasce l’associazione e qual è la filosofia della sua “missione”?

Autonoma, perché a differenza di altre Associazioni di categoria – più o meno grandi – nel territorio nazionale noi non dipendiamo da alcuna “casa madre”, non da Partiti politici, non da gruppi di potere, non da Associazioni di imprenditori; e tutto ciò non è banale.
Pensi, ad esempio, al caso, non in frequente, di un agente che si trovi in contenzioso con una ditta Mandante e la sua Associazione di categoria – come quasi tutte – dipenda finanziariamente, strutturalmente dalla Associazione imprenditoriale cui è legata la Mandante. Lei forse pensa che l’avvocato dell’Associazione di categoria penserà veramente agli interessi del nostro agente ?
Ecco perché, fin dalla nostra nascita abbiamo preferito dipendere solamente dai nostri Associati; loro sono gli unici nostri “padroni”, a loro solo dedichiamo la nostra attenzione.”

- Presidente, in un momento in cui grandi associazioni fanno “outing”, spingendo questa o quella coalizione, voi veramente siete apolitici ?

Ognuno di noi, personalmente, ha sicuramente una idea politica e, si immagini, noi liberi professionisti da che parte possiamo stare; ma l’Associazione non può e non deve averla; se un agente di commercio viene a chiedere il nostro aiuto noi non gli chiediamo né che idea politica né che fede religiosa abbia, pensiamo solamente a risolvere il suo problema..”

- Consulenza fiscale, contrattuale, legale, previdenziale, visure di commercio: Aial offre ai soci una miriade di servizi differenti. Potrebbe elencarci tutti gli ambiti in cui Aial è impegnata?

Vede, il nostro agente oltre ai problemi che tutti noi dobbiamo affrontare quotidianamente – la crisi, i lacci e lacciuoli della burocrazia statale, – è appesantito da altri e gravosi, specifici della categoria; pensi, ad esempio che noi siamo gli unici ad avere la “gioia“ di dover pagare contributi a due enti previdenziali; difatti oltre all’INPS, che paga certamente anche lei, noi dobbiamo tenere in piedi con una quota importante delle nostre provvigioni anche l’ENASARCO.
Altro problema specifico è il costo, per noi esorbitante del carburante; il nostro agente percorre mediamente dai 60 ai 100.000 chilometri all’anno, e nessun politico – fatte salve le promesse in campagna elettorale – ha mai pensato realmente ai nostri problemi.
Pur essendo più di 300 mila in Italia contiamo realmente poco ; pensi invece ai Camionisti che – come noi o forse più di noi passano la giornata sull’automezzo.
Loro hanno una forza contrattuale estremamente più incisiva della nostra, tenendo conto che bastano 20 camion in fila indiana sulla Bologna Firenze per bloccare l’Italia.
Problema grave è il rapporto di amore/odio con le ditte mandanti.
A tutela dei nostri Associati – che nei confronti delle Mandanti sono quasi sempre la parte debole – possiamo offrire Consulenza Contrattuale (Predisposizione o controllo del contratto di agenzia, messa in mora della Mandante in caso di contenzioso, predisposizione lettera disdetta contratto)e, in caso si debba adire le vie legali offriamo Consulenza Legale, Tramite i nostri Legali convenzionati.
Nel rapporto, poi con Enasarco e INPS, a favore dei nostri agenti, offriamo una preziosa Consulenza Previdenziale; predisponiamo noi la Domanda di pensione, la Richiesta di supplemento quinquennale;· Controliamlo gli estratti conto annuali, le Liquidazioni FIRR, ecc.
Quanto alla Consulenza Fiscale, che svolgiamo tramite i nostri Fiscalisti convenzionati diamo Informazioni e assistenza su tutti i problemi che l’attività di agenzia pone in materia di I.V.A. e Imposte Dirette.
Possiamo offrire, infine, numerose Convenzioni, con Banche, Assicurazioni, produttori di Automobili, Telefoni, Computer”

- Come e chi può far richiesta di adesione a Aial?
“Qualunque agente di commercio in attività o in pensione.

- La difesa dei diritti degli Agenti e Rappresentanti di Commercio è l’obiettivo principe dell’associazione. Nel vostro notiziario mensile, date consigli, tenete aggiornati i soci e rispondete ai loro quesiti. Quali sono le domande che vi vengono rivolte più frequentemente? Quali le difficoltà incontrate maggiormente dai vostri associati?

Le domande, di varia natura, sono sempre relative ai problemi che prima le ho elencato; ma questa sua domanda mi offre lo spunto di ricordarle un servizio che ottiene, fin dall’inizio, uno straordinario gradimento.
L’SOS ON LINE; pensi che qualunque agente di commercio, in qualunque parte d’Italia, anche se non è nostro Associato, cliccando nel nostro Sito e illustrando il suo problema, entro poche ore può avere – gratuitamente – una risposta da uno dei nostri consulenti.”

- Nell’ultimo numero del vostro mensile, si parla di “Posta Elettronica Certificata”. Di cosa si tratta ?

Intanto le dico che tutti i possessori di Partita IVA, entro il 29 novembre, dovranno dotarsi della P.E.C.
La PEC è un servizio di comunicazione elettronica tra Cittadino e Pubblica Amministrazione. E’ uno strumento, sicuro e innovativo offerto a tutti i cittadini maggiorenni italiani o di nazionalità straniera residenti nel territorio italiano.

- Concretamente, a cosa serve ?

Vede, grazie alla PEC io e lei – come ogni cittadino – possiamo dialogare in modalità sicura e certificata con la Pubblica Amministrazione; comodamente da casa, tramite Internet, possiamo richiedere o inviare informazioni, istanze o documentazioni alla Pubblica Amministrazione.
Grazie alla PEC, il nostro messaggio di posta elettronica avrà piena validità legale, dato che ne sono garantiti data, ora dell’accettazione e della consegna e integrità del contenuto trasmesso.”


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *