INTERVISTA ESCLUSIVA A FILIPPO NOVI DI PISA

//   16 maggio 2020   // 0 Commenti

foto-famiglia-novi

foto solo novi1 168x300foto flotta novi1 300x225Sig  Filippo Novi, il Suo nome spicca nel mondo degli ncc a Pisa per qualita’ e ottima organizzazione di auto. Cosa significa per Lei questo grave momento nazionale? Causa covid 19 o coronavirus come lo si voglia chiamare.

Buongiorno considerando che la mia azienda è un azienda giovane e creata dal nulla solo 5 anni fa ed oggi conta 6 automezzi e 6/7 dipendenti in stagione, significa il rischio di far tramontare un sogno di un ragazzo di 48 anni, che in momento di crisi mondiale ha voluto provare a dare un futuro ai propi figli credendo nella forza che poteva avere ancora il paese più bello del mondo!

Vede sono partito con un mezzo usato, ho seguito i consigli del mio mentore, cercando da subito di puntare tutto sulla qualità, la serietà, il rispetto dei colleghi su una piazza piccola come quella di Pisa, questo mi ha portato un grosso incremento di lavoro di anno in anno, ma al tempo stesso anche grande sacrificio personale e della mia famiglia, perché non è semplice sopportare un uomo, parlo per mia moglie e i miei 3 figli, che lavora da maggio a ottobre 20 ore al giorno.

Sappiamo che oltre che essere un noleggiatore e’ anche impegnato nella Croce Rossa. Ci vuole dire la sua esperienza nell’emergenza?

Si sono impegnato in Croce Rossa Italiana come volontario ormai da 34 anni e ci lavoro come dipendente da circa 15, non mi sarei mai aspettato, con tutte le esperienze fatte in questi anni nelle varie emergenze anche di livello internazionale, di ritrovarmi di fronte ad un evento simile! Poi consideri che anche mia moglie lavora in Croce Rossa. I primi giorni sono stati veramente duri, sia dal punto di vista fisico che mentale. Le procedure che cambiavano ogni giorno, i dispositivi a volte al limite della sufficienza, la grossa pressione psicologica nell’affrontare gli interminabili servizi, il duro rapporto con i pazienti, la paura di tornare a casa la sera dai tuoi Figli

Che cosa direbbe direttamente al Governo e cosa farebbe se fosse al Governo?

È molto dura poter pensare nel mettersi nei panni del governo e poter dare consigli, l’unica cosa che credo e’ che purtroppo il nostro paese nel contesto geopolitico conto molto ma molto poco, i giochi non si fanno in italia, ma almeno a livello europeo ed in Europa il nostro paese non conta veramente nulla! Spero solo che a fine di questa emergenza non facciamo la fine della Grecia.


Tags:

coronavirus

covid 19

CROCE ROSSA

Europa

FILIPPO NOVI

Grecia

ncc


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *