Mamma li turchi: Inter 0 Trabzonspor 1

//   14 settembre 2011   // 0 Commenti

Allo stadio Meazza di Milano per l’Inter di Gasperini è già tempo di esami di riparazione. Dopo un precampionato non convincente e la deludente sconfitta nella prima di campionato a Palermo (2° giornata), il primo turno di Champions League contro i turchi del Trabzonspor ha un sapore di “penultima” spiaggia. Sabato c’è di nuovo il campionato, con la Roma, altra rimandata. E potrebbe essere la resa dei conti per il mister ex Genoa. Sotto accusa una condizione dei giocatori inadeguata e un modulo inadatto per le caratteristiche dei giocatori in rosa. Oltre alla emarginazione di giocatori ritenuti fondamentali dal presidente Moratti e dai tifosi. Pazzini, Sneijder, Ranocchia per fare qualche nome.

Gasperini opta quindi per la classica, per l’Inter, difesa a quattro, schierando al centro Lucio e Ranocchia. I primi 20 minuti scorrono senza sussulti, con la squadra milanese lenta, quasi impacciata, che non riesce a alzare il ritmo della partita e a effettuare un degno pressing. I giocatori del  Trabzonspor si accontentano di mantere un buon fraseggio, senza forzare. La fase offensiva dell’Inter è condizionata dai 3 attaccanti, PazziniSneijder e Zarate schierati quasi in linea. Dal 25° il gioco dell’ Inter cambia, l’olandese arretra la sua posizione, in quella per lui classica di trequartista. Salta abitualmente l’uomo e i suoi passaggi, insieme alle giocate di Zarate e le discese di Nagatomo creano scompiglio nella retroguardia turca. Si contano nel finale del primo tempo almeno 10 tiri della squadra padrona di casa, sei in porta, contro uno solo verso la porta di Julio Cesar.

I tifosi nerazzurri avevano riservato, durante il riscaldamento, caldi applausi e incoraggiamenti verso il portiere brasiliano, protagonista, per una volta negativo della partita di Palermo.

Sneijder 300x153Nessun cambio durante l’ intervallo, poi al  10° doppia sostituzione, fuori uno spento Obi  (5) e un discreto Pazzini (6-) per Milito (6) e Alvarez. L’Inter ha un buon momento, e al 72° sfiora il gol due volte con Milito e una con Alvarez, in rapida successione. Poi, al 76° dopo una confusa mischia conseguente a calcio d’angolo il Trabzonspor passa inaspettatamente in vantaggio, in pratica al primo tiro in porta. L’azione è stata viziata da un fuorigioco di Altintop non segnalato dalla terna arbitrale. Segna l’ex palermitano Celutska (una sola apparizione per lui in serie A)L’ Inter inizia un assedio, anche per le iniziative del nuovo entrato Coutinho al posto di Zarate, ma l’ottima prova del portiere Tolga (8), e alcune errate decisioni arbitrali, almeno tre punizioni dal limite non concesse, negano il pari ai nerazzurri.

Continua la settimana amara di Gasperini che ora deve pensare alla Roma.

INTER (4-3-3): Julio Cesar; Jonathan, Lucio, Ranocchia, Nagatomo; Zanetti, Cambiasso, Obi, Zarate, Pazzini, Sneijder.

TRABZONSPOR (4-2-3-1): Tolga; Celutska, Glowacki, Giray, Cech; Serkan, Colman, Zokora, Sapara; Altintop, Henrique. All. Gunes.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *