Inquinamento nelle grandi città: come combatterlo

//   25 agosto 2011   // 0 Commenti

inquinamento citta 300x193Anche quest’anno si ripresenta il problema dell’inquinamento delle nostre città. Inquinamento che si traduce in polveri sottili, che noi respiriamo quotidianamente, non appena messo un piede fuori casa.

Dall’anno scorso non sono stati fatti ancora passi significativi. L’approccio della sostenibilità e dell’ecologia non è ancora penetrato nella maggioranza delle persone.

Per venire ai dati : “Nel 2010, 48 capoluoghi di provincia hanno superato il limite giornaliero di 50 microgrammi/m3 di polveri sottili oltre i 35 giorni consentiti dalla legge

Significa che anche le altre città d’Italia hanno superato le soglie massime consentite, anche se per meno di 35 giorni l’anno.

La maggior parte di questi sforamenti avviene d’inverno e non perché d’inverno si circoli in macchina più che d’estate. Il vero problema è il riscaldamento delle nostre case, ancora per lo più obsoleto, quando ad essere obsoleti non sono addirittura le mura di casa nostra, tirate su in fretta per minimizzare i costi a breve termine e massimizzare la speculazione edilizia.

E anche quest’anno si ripeterà il rito delle domeniche a piedi,

http://www.scuoladellerinnovabili.it/2010/03/domenica-a-piedi-e-falsi-ambientalismi/

utile se fosse una presa di coscienza, ma in realtà inutile perché sarà solo una “pezza” temporanea, un’estrema ratio adottata perché non se ne può fare a meno e non per adesione profonda ai principi dell’ecologia.

Noi usiamo i mezzi pubblici il più possibile, ci piace andare in bicicletta e siamo assolutamente a favore delle domeniche a piedi. Ma anche, per coerenza, dei Lunedì, dei Martedì e dei Mercoledì a piedi.

Infatti affermare che solo la domenica si può andare a piedi significa dire implicitamente che l’auto è necessaria almeno 6 giorni su 7. Solo la Domenica si può fare il “sacrificio” di lasciarla in garage, oppure di utilizzarla per gite fuori porta, lontani dal centro storico.

Noi al contrario puntiamo a una razionalizzazione degli orari e della logistica, perché dell’auto, il mezzo privato più energivoro che sia stato inventato, se ne possa fare a meno almeno per il 90% degli spostamenti quotidiani. Tutto questo è possibile tramite l’intermodalità, la pianificazione, il car sharing, la promozione dei mezzi pubblici e il loro adeguamento alle reali esigenze di chi li dovrebbe usare.

Se vuoi sottrarti all’inquinamento e alla retorica delle manifestazioni di circostanza, imparare a rendere sostenibili i tuoi consumi, partecipa a RESIDENZE SOLARI

——————————————————————————–
http://www.scuoladellerinnovabili.it/scuolaresidenzesolari
——————————————————————————–

Con questa nostra opera speriamo di contribuire a un cambiamento di mentalità che porti ad essere sostenibili 365 giorni l’anno, non solo per stare dentro i termini di legge, ma per vivere tutti meglio.

Beniamino Altezza


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *