INDUSTRIA & SERVIZI: PADOVA STUDIA LA RICETTA PER FABBRICA 4.0

//   10 novembre 2016   // 0 Commenti

Mario Ravagnan

Fabbrica 4.0, il futuro è adesso. Macchine che “dialogano” tra di loro per migliorare la produzione. Prodotti che “parlano” con chi li usa per aumentarne la performance. Linee produttive che ricevono e inviano dati da e verso i fornitori. Prodotti in comunicazione con la casa madre per ottimizzare la manutenzione. La digitalizzazione della manifattura sta già cambiando il volto dell’industria: nella fabbrica intelligente tradizione e innovazione procedono di pari passo per creare valore e competitività a livello globale, mettendo la tecnologia al servizio dell’esperienza e della creatività.

Ruggero Targhetta 300x204

Condividere questo scenario e la “cultura digitale” per vivere da protagonisti la quarta rivoluzione industriale, è la sfida che le imprese padovane devono saper cogliere. Guardando a chi ha già imboccato la trasformazione digitale e toccando con mano il valore creato dalla Fabbrica 4.0 nelle aziende pioniere, capaci di affermarsi con successo nei mercati globali. Come Unox di Cadoneghe (Pd), leader mondiale nella produzione di forni e sistemi di cottura intelligenti, che si adattano per il risultato migliore di cottura alle esigenze del cliente.

Sono i temi che saranno al centro del seminario “Industria & Servizi. Una ricetta per la Fabbrica 4.0” in programma giovedì 10 novembre, alle ore 17.15, nella sede di Unox SpA a Cadoneghe (Via Majorana, 22), organizzato dalle Sezioni Metalmeccanici e Servizi Innovativi e Tecnologici di Confindustria Padova nell’ambito di Sistema Aperto, il network delle Confindustrie di Padova, Treviso e Vicenza.
Apriranno i lavori Mario Ravagnan e Ruggero Targhetta, presidenti rispettivamente della Sezione Metalmeccanici e Servizi Innovativi e Tecnologici di Confindustria Padova. Seguiranno gli interventi di Alessandro Beghi del Dipartimento di ingegneria dell’informazione dell’Università di Padova sulle tecnologie Ict per lo sviluppo di prodotti e processi nella “fabbrica intelligente”, Massimo Zocche Industry & business development di IBM Italia sulla “Fabbrica cognitiva”, Nicola Michelon amministratore delegato di Unox.

«La trasformazione digitale è un’opportunità da cogliere interamente, per restare al passo dei nostri competitor e garantire un futuro industriale al nostro territorio e al nostro Paese – sottolineano Mario Ravagnan e Ruggero Targhetta, presidenti delle sezioni Metalmeccanici e Servizi Innovativi e Tecnologici di Confindustria Padova -. La velocità delle innovazioni, l’impatto delle tecnologie Ict stanno già cambiando i sistemi produttivi, di gestione e governo delle aziende. Un salto culturale che deve trovarci preparati per cavalcare le opportunità che si aprono, come l’aumento della produttività spinto dalle nuove tecnologie abilitanti, stimato da Federmeccanica tra il 30 e il 50%. Un passaggio da gestire con gradualità nelle nostre piccole e medie imprese, ma da avviare subito e con convinzione. Il Piano Italia 4.0 del Governo offre strumenti in questa direzione. Da qui il nostro impegno a diffondere tra le imprese la cultura digitale, far conoscere le opportunità straordinarie, se ben governate, della fabbrica intelligente. Socializzando esperienze vincenti come quella di Unox, antesignana di Industria 4.0».


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *