Indio vince la Loro Piana Caribbean Superyacht Regatta and Rendezvous 2012

//   21 marzo 2012   // 0 Commenti

indio loro piana

Vento leggero per l’ultimo decisivo giorno di regate della Loro Piana Superyacht Regatta and Rendezvous, organizzato nella sede di Virgin Gorda (Isole Vergini Britanniche) dallo Yacht Club Costa Smeralda e da Boat International Media. Dal 15 al 17 marzo i tredici superyacht a vela, con lunghezza compresa tra i 96 e i 179 piedi, si sono sfidati nelle acque cristalline della capitale velica del Mar dei Caraibi. Con la vittoria in tempo compensato conseguita nella finale, il Wally 101 Indio ha soffiato il titolo all’equipaggio di Hanuman, un bellissimo J Class di 138 piedi dei cantieri Royal Huisman e già vincitore dell’edizione inaugurale dello scorso anno. Hanuman si piazza pertanto in seconda posizione overall davanti ad una new entry di quest’anno, P2, un 125 piedi disegnato da Philippe Briand e costruito da Perini Navi.

Andrea Recordati, armatore di Indio, ha voluto dedicare la vittoria al suo equipaggio e al Commodoro dello YCCS, Riccardo Bonadeo, che quest’anno non ha potuto essere presente all’evento. “Nell’ultima prova a bastone eravamo nettamente avanti ed è qui che abbiamo ottenuto la vittoria”, ha dichiarato Recordati. ” E’ stato entusiasmante per noi e anche se non avessimo vinto sarebbe comunque stata una bellissima regata. Sono molto soddisfatto e felice per il mio equipaggio e il prossimo anno torneremo sicuramente a difendere il titolo”.

Indio ha battuto Hanuman per un punto, dopo aver collezionato due vittorie ed un secondo posto, mentre nei tre giorni di regate Hanuman ha ottenuto una vittoria e due secondi posti. Due i punti che separano P2, Sojana – il 115 piedi di Farr Yacht Design – e Firefly del cantiere Claasen Shipyards. Questi ultimi concludono la regata in terza, quarta e quinta posizione, ottenendo rispettivamente 11, 12 e 13 punti.

Il Comitato di Regata ha tracciato un percorso che ha visto la flotta tagliare la linea di partenza di fronte a Necker Island e proseguire di bolina lungo un percorso breve ma molto tattico fino a nord dell’isola di Necker. Dopo la prima boa di bolina, il percorso prevedeva un lungo tratto col vento in poppa fino ad ovest. Da qui la flotta si è diretta verso le Dog Islands e al traguardo a sud est di Seal Dogs.

Ottime le condizioni atmosferiche nel corso di tutto l’evento, con cielo terso e vento moderato tra i 10 e i 15 nodi. Dando sempre priorità alla sicurezza, il Comitato di Regata dello YCCS è stato abile nello scegliere dei percorsi che permettessero alle diverse tipologie di scafi di regatare esprimendo al meglio le loro potenzialità.

Nel commentare l’evento, Marc Fitzgerald, skipper di Sojana, ha detto: “Siamo arrivati quarti ma devo dire che battere P2 oggi è stato davvero bello. Torneremo senz’altro il prossimo anno perché questa regata si svolge in un’incredibile location, per non parlare dell’ospitalità e della professionalità degli organizzatori.”

Nel corso della cerimonia di premiazione il Presidente dello Consiglio Direttivo dello YCCS, la Principessa Zahra Aga Khan, ha ringraziato e dato il benvenuto ai presenti.

Nel corso del suo intervento Pier Luigi Loro Piana, amministratore delegato di Loro Piana, ha voluto evidenziare: “Ognuno dei partecipanti ha affrontato la regata con lo spirito giusto, combattendo e divertendosi. Per il futuro, spero che questa manifestazione possa proseguire attraendo un maggior numero di barche”.

Questo è stato il primo evento internazionale che lo YCCS ha ospitato a Virgin Gorda dopo l’apertura ufficiale della Clubhouse che ha avuto luogo lo scorso 3 Gennaio. La nuova sede ha ospitato l’esclusiva cena per armatori offerta da Loro Piana, che ha avuto come momento clou della serata l’esibizione della cantante Amy Stewart, nonché di artisti di fama mondiale come il flautista Andrea Griminelli ed il pianista classico Stefano Nanni.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *