Incontro al Mit per il riordino del settore. Ok a protocollo d’intesa tra le parti

//   10 gennaio 2018   // 0 Commenti

ncc-roma

Le restrizioni nella circolazione di NCC e autobus nelle strade romane, oltre agli effetti della liberalizzazione della legge degli autobus (218), hanno prodotto una contrazione nel settore dei trasporti, con conseguente calo dei posti di lavoro.

In una precedente intervista pubblicata da Mondolibero, Paolo Di Gangi NCC romano,  aveva dichiarato: “Per quanto riguarda lo specifico argomento direi che in questa situazione di stallo, ci guadagnano solo coloro i quali hanno interesse nel gestire le grandi cooperative di NCC sfruttando i titolari delle autorizzazioni come dei dipendenti sottopagati. Inoltre il sistema è fondato sul riciclaggio del nero, e questo è sintomatico del fatto per cui non si vuole cambiare il sistema.”

A tal proposito si è tenuto ieri, presso il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, un incontro con i rappresentanti delle sigle sindacali di Taxi e Ncc per proseguire la discussione sul riordino del settore. All’incontro, al quale era presente il vice ministro Riccardo Nencini, hanno preso parte trentuno sigle sindacali. Il vice ministro ha proposto ai rappresentanti delle categorie di siglare un Protocollo di intesa sui principi cardine del riordino del settore. La larga maggioranza del tavolo ha fatto propria la proposta del vice ministro Nencini. Il ministero ha preso l’impegno di presentare una bozza fin dai prossimi giorni.

In attesa di leggere i principi che animeranno il Protocollo di intesa, è auspicabile che le categorie Taxi e NCC avranno delle specificità normative differenti che tengano conto delle diverse modalità di esercizio della professione.

ncc roma 150x150


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *