Inaugurato a Bologna il Nuovo Centro di Prevenzione Oncologica ANT

//   25 novembre 2011   // 0 Commenti

fondazione Ant 300x229La Fondazione ANT rinnova il proprio impegno nella prevenzione dei tumori grazie all’ampliamento di strutture dedicate all’interno della propria sede di Bologna, l’Istituto delle Scienze Oncologiche, della Solidarietà e del Volontariato di via Jacopo di Paolo 36. La sede centrale di ANT ha infatti oggi ospitato la cerimonia inaugurale del nuovo Centro di Prevenzione Oncologica e Diagnosi Precoce, con cinque nuovi ambulatori dedicati alla consulenza e alla prevenzione, che affiancano le strutture già presenti presso l’Istituto e nelle altre sedi ANT in Italia, e dell’Ambulatorio Mobile ANT – Bus della Prevenzione, che svolge attività di prevenzione itinerante sul territorio.

Tra gli ospiti presenti l’attore bolognese Vito, da sempre affettuosamente vicino alle attività di ANT e la giovane Jessica Intravaia, recente vincitrice del programma televisivo Baila, che ha scelto di donare alla Fondazione la propria vincita. La cantante Emma – disco d’oro in testa alle classifiche con il suo “Sarò libera” – impossibilitata ad essere presente, ha portato il suo saluto in un videomessaggio, come testimonial dei progetti di prevenzione della Fondazione ANT.

Il nuovo Centro di Prevenzione Oncologica e Diagnosi Precoce ANT è dotato di strumentazioni molto sofisticate, tra le quali un mammografo ottico di recentissima acquisizione – che affianca il mammografo digitale ad alta definizione istallato sull’Ambulatorio Mobile ANT – oltre a videodermatoscopio ed ecografo, utilizzati per la diagnosi precoce di melanoma e tiroide. Nei nuovi Ambulatori ANT – che inizieranno ad essere operativi nei prossimi mesi – sarà possibile realizzare visite gratuite di prevenzione effettuate da personale specializzato nell’ambito dei vari progetti portati avanti dalla Fondazione: Progetto Melanoma, per la diagnosi tempestiva delle neoplasie della cute, Progetto Tiroide per la diagnosi tempestiva delle neoplasie tiroidee, Progetto Donna per la diagnosi tempestiva delle neoplasie ginecologiche e Progetto Mammella che comprende ecografia, mammografia digitale e mammografia ottica.

Dopo la cerimonia inaugurale, gli ambulatori sono stati benedetti da Monsignor Vecchi.

Dal 2004 a oggi – dato aggiornato al 30 giugno 2011 – sono più di 38.000 le visite gratuite realizzate dalla Fondazione in 36 diverse province italiane nell’ambito del solo progetto Melanoma. Con il Progetto Tiroide, dal 2009 al 31 luglio 2011 sono state oltre 1.600 le visite effettuate in 5 province, mentre nell’ambito del Progetto Donna circa 480 visite sono state realizzate a Bologna, Modena e Firenze dal 2009 al 31 luglio 2011.

I cinque ambulatori, le nuove strumentazioni acquistate e l’Ambulatorio Mobile ANT permetteranno di intensificare l’attività dei programmi di prevenzione oncologica gratuita già avviati dalla Fondazione. L’impegno di ANT nasce infatti dalla convinzione che la prevenzione sia un’efficace arma contro uno dei mali più comuni nella nostra epoca: le campagne di informazione e di educazione sanitaria, la diffusione di stili di vita salutari, i controlli e la diagnosi precoce sono strumenti a servizio della medicina, ma sono efficaci solo quando riescono effettivamente a penetrare nel tessuto sociale, divenendo una sana abitudine per tutti. Anche questo rientra in quella che più in generale è la missione di ANT, la diffusione dell’Eubiosia, la dignità e qualità della vita per tutti.

Alla realizzazione dei cinque Ambulatori del nuovo Centro di Prevenzione Oncologica e Diagnosi Precoce ANT hanno contribuito importanti realtà locali e nazionali, come Centergross, Banca Popolare dell’Emilia-Romagna, amici in memoria di Alessandra Mengoli, Rita Zironi (Novanta), Famiglia Conte Galeazzo Marescotti, Famiglia Pannuti Mazza Campo, Famiglia Feggi e Guerrina Massarenti, Ilca Targhe.

L’Ambulatorio Mobile – Bus della Prevenzione ha ricevuto il supporto di Banca d’Italia – sede di Torino, Bayer Schering Pharma, Conte Galeazzo Marescotti, Findomestic, Fondazione Cassa di Risparmio di Cento, Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, Fondazione Fornasini, Itersan, Mediafriends – La Fabbrica del Sorriso, Menarini, sanofi-aventis, UPS Italia.

Alla cerimonia inaugurale del mattino – che si è conclusa con un brindisi e un buffet a base di sushi offerto da Youcan Group – segue nel tardo pomeriggio un cocktail per festeggiare le nuove attività di prevenzione di ANT, organizzato presso lo showroom Alta Decorazione Design – via Croce Coperta, 14 – offerto da Ristorazione Bolognese by Esedra Catering.

Le attività della Fondazione, sia nel campo della prevenzione sia in quello dell’assistenza sono rese possibili grazie alla disponibilità di risorse economiche reperite sul territorio, derivanti dalle donazioni di privati cittadini, aziende e istituzioni, e dai proventi derivanti dal cinque per mille, frutto della solidarietà e dell’impegno di tanti a servizio della comunità. Per sostenere la Fondazione e per avere maggiori informazioni sui programmi di prevenzione è possibile visitare il sito internet www.ant.it o chiamare il centralino della sede centrale al numero 051 7190111.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *