In difesa dei lavoratori dell’ex Tirrenia

//   2 agosto 2011   // 0 Commenti

CIN Tirrenia 300x284Risale al 25 luglio la data che sancisce il passaggio di Tirrenia, la storica compagnia di navigazione italiana, alla Cin, la newcompany composta dai big della navigazione Marinvest, Grimaldi Group e gruppo Moby, che si è aggiudicata la gara pubblica per privatizzare la compagnia marittima.

La Presidente della Provincia di Venezia, Francesca Zaccariotto, e la Giunta accolgono la mozione proposta dal gruppo del Partito Democratico di chiedere agli organi di governo di “accompagnare” i lavoratori della Tirrenia nella nuova società Cin, garantendo loro, come è avvenuto ad esempio nel caso di Alitalia, gli stessi livelli contrattuali e il mantenimento della sede di lavoro.

“Il rischio è che la Cin, la nuova società che incorporerà anche i lavoratori veneziani, essendo costituita principalmente da armatori di area tirrenica, non tuteli a sufficienza le sedi adriatiche” fa sapere Elisabetta Populin, vicepresidente del Consiglio Provinciale.

L’interesse principale della mozione è rivolto alle scarse garanzie occupazionali di soli due anni offerte ai dipendenti di Tirrenia dalla Cin, che invece dovrebbero ricevere il contributo statale per otto anni. “Il Consiglio della Provincia è con i lavoratori in un momento delicato e ribadisce il valore storico della presenza della Compagnia a Venezia” – dice Roberto Dal Cin, presidente della sesta Commissione che ha elaborato la mozione. Lo stesso Dal Cin conclude l’intervento sottolineando l’importanza di continuare a mantenere alta l’attenzione e la bandiera dei diritti dei lavoratori, tematica mai tanto attuale come in questo critico momento.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *