In Auditorium la colonna sonora del film “Tempi moderni” di Charlie Chaplin

//   11 maggio 2016   // 0 Commenti

1 Modern_Times2

laVerdi © copyright Masha SiragoReportersAssociatiArchivi3 300x224

© copyright Masha Sirago/ReportersAssociati&Archivi

In occasione dell’80°anniversario del capolavoro di Charlie Chaplin Tempi moderni, l’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi eseguirà dal vivo la colonna sonora del film, in sincrono con la proiezione della pellicola su grande schermo.

Doppio appuntamento giovedì 12 (ore 20.30) e domenica 15 maggio (ore 16.00), all’Auditorium di Milano in largo Mahler: a guidare laVerdi in questa speciale occasione, sarà la bacchetta di Timothy Brock, americano di Olympia (Washington State), studioso e filologo delle musiche scritte dallo stesso Chaplin e tra i massimi esperti mondiali nel campo della musica per film.

2 Brock Timothy2 300x199

Timothy Brock, direttore

Nel 1999, la Fondazione Chaplin chiese a Brock di restaurare la partitura originale per Tempi Moderni: da quel momento è iniziata una proficua collaborazione tra la famiglia Chaplin e la Cineteca Nazionale di Bologna, che ha portato al restauro delle musiche originali di tutti i grandi capolavori di Charlie Chaplin, che Brock ha eseguito praticamente in tutto il mondo.

Auditorium © copyright Masha SiragoReportersAssociatiArchivi4 300x225

© copyright Masha Sirago/ReportersAssociati&Archivi

“In Tempi Moderni c’è una parte per xilofono assolutamente incredibile e complicatissima da eseguire, e all’epoca fu suonata da quello che era il più grande suonatore di questo strumento…[ride]. Il mio insegnante di composizione e orchestrazione fu David Raksin e lui mi ha aiutato a ricostruire la partitura di Tempi Moderni, alla quale lavorò originariamente insieme a Chaplin”. Questo un estratto della lunga intervista al direttore d’orchestra e compositore Timothy Brock, pubblicata nella ex rivista cartacea Colonne Sonore (numero 2 – Settembre/Ottobre 2003), in cui si denota la grande passione e reverenza di questo Maestro nei confronti di un Genio come Charles Chaplin e della sua score per il film capolavoro del 1936  “Tempi moderni”.  Partitura magistrale, innovativa, evocativa e profondamente romantica, con uno dei temi d’amore più struggenti e nostalgici della storia della Settima e Ottava Arte, il leitmotiv noto con il titolo di “Smile”. Chaplin scrisse una colonna sonora monumentale, clownesca, valzeristica, accorata, della durata di 83 minuti, che venne registrata in quattro ore negli studi di registrazione della Fox (un’enormità di tempo per gli standard da studio dell’epoca) da un’orchestra di 64 elementi, sotto la direzione del compositore nove volte Premio Oscar Alfred Newman, arrangiata da Edward Powell e il succitato e allora giovanissimo David Raksin, i quali con il loro supporto e supervisione fecero in modo che la partitura di Tempi moderni sia ancora oggi, tra quelle composte dal celebre Vagabondo dell’era del Muto, la più amata e ricordata.

Info: (Biglietti: euro 25,00/10,00; info e prenotazioni: Auditorium di Milano Fondazione Cariplo, largo Mahler, orari apertura: mar – dom ore 14.30 – 19.00, tel. 02.83389401/2/3; on line:  www.laverdi.org o www.vivaticket.it ).

Masha Sirago, mashasirago@gmail.com

 


Tags:

Auditorium

Charlie Chaplin

LaVerdi

Masha Sirago

milano

Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi

Tempi Moderni

Timothy Brock


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *