Imprese, Saglia: ”Da aprile stipulati 162 contratti di rete”

//   13 ottobre 2011   // 0 Commenti

stefano saglia

“Le imprese in rete – afferma il sottosegretario – hanno avuto una migliore capacità di tenere il mercato in un momento di grave crisi rispetto alle imprese isolate o non relazionate. Fare rete per mette, dunque, alle imprese di innovarsi e internazionalizzarsi. L’Italia è il paese dei distretti e quindi la collaborazione tra le aziende è un asset consolidato”.

“Il maggior numero di imprese aderenti ai contratti di rete – spiega Saglia – è presente in Emilia-Romagna (seguita da Toscana, Marche e Campania). Sotto il profilo settoriale riguardano per lo più il settore dell’industria e dell’artigianato (50,8%) e dei servizi (29,4%)”.

“I 156 distretti – continua il sottosegretario – sono presenti per poco più del 50% al Nord (25% nel Nord Ovest e 26,9% nel Nord Est), per il 31,4% al Centro e il 16,7 nel Mezzogiorno. Coprono poco più di 2.200 comuni e quasi 2 milioni di occupati in attività manifatturiere e sono specializzati nel Made in Italy”.

“Altre forme di collaborazione – conclude Saglia – sono l’aggregazione in Gruppi e gli accordi di collaborazione. I 76 mila Gruppi hanno permesso di mantenere e rafforzare la propria posizione competitiva nei mercati mondiali. Inoltre il contratto di rete favorisce lo sviluppo dell’innovazione e della tecnologia. Ai Gruppi sono riconducibili oltre la metà del volume di affari complessivo delle imprese italiane. Sono 310 mila le imprese che hanno utilizzato gli accordi di collaborazione”.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *