Impegno Fur Free, sempre più numerose le aziende di moda che adottano pellicce sintetiche

//   11 aprile 2019   // 0 Commenti

http://www.dreamstime.com/royalty-free-stock-photos-adorable-smiling-baby-sitting-warm-stroller-little-image41386708

Sono numerosissime le campagne animaliste che lottano per ottenere dalle maison di alta moda articoli ecosostenibili e soprattutto cruelty-free.

In molte si sono adeguate e hanno sposato le campagne a favore di un fashion che non mieta vittime, e adesso, anche le aziende che producono articoli per baby umani non fanno eccezione.

In particolare il marchio CHICCO, che si occupa di articoli per l’infanzia a tutto tondo, da sempre attento ai materiali utilizzati per la produzione e la realizzazione dei capi delle proprie collezioni ha confermato il suo impegno nel promuovere una moda sostenibile aderendo agli standard Fur Free Retailer program ed Animal Free Fashion avvalorando, così, la  decisione di non utilizzare pellicce animali.

La firma di CHICCO è il risultato di un confronto che il brand ha avviato con LAV (Lega Antivivisezione), anche in qualità di rappresentante per l’Italia del network internazionale Fur Free Alliance, ribadendo la responsabilità che il brand sente nel trasmettere e promuovere il rispetto dei principi di benessere e tutela degli animali, in linea con la propria mission e il proprio slogan “dove c’è un bambino”.

Sicuramente la vicinanza alle tematiche cruelty-free di un brand così di successo e soprattutto attento all’etica e alla qualità favorirà la formazione e l’educazione alla sostenibilità di bambini e genitori.

chicco fur free


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *