Impara l’arte con le vedute di Rimini: un percorso tra museo e città

//   10 febbraio 2012   // 0 Commenti

castel sismondo 300x197Giunge alla X edizione il corso “Impara l’arte“, un appuntamento oramai tradizionale promosso dai Musei Comunali di Rimini nell’ambito delle attività di formazione rivolte ai docenti ma aperte alla cittadinanza.

Il tema scelto per l’edizione 2012 è la rappresentazione della città. Un tema affascinante, che intende mostrare il modo in cui nel corso dei secoli Rimini ha rappresentato la sua struttura urbana e i principali monumenti. Se l’unica opera sopravvissuta del periodo romano è il noto Mosaico delle barche con il porto riminese, il celebre bassorilievo con il segno zodiacale del cancro nel Tempio Malatestiano costituisce la prima veduta urbana.

La tecnica artistica che ha veicolato con efficacia l’immagine della città è stata la stampa: a partire dal Cinquecento, importanti cartografi e incisori hanno realizzato straordinarie piante e vedute di Rimini, soprattutto servendosi dell’acquaforte. Immagini a volo d’uccello, puntuali nel descrivere il tessuto urbano e il contesto paesaggistico, circolate sia come opere a sé stanti che a illustrazione di libri a stampa.

Il corso si articola in quattro incontri, che prevedono conversazioni con proiezione di diapositive e visite guidate: queste non saranno solamente rivolte ad ammirare le opere esposte nelle sale del Museo, ma si apriranno ai luoghi d’arte e di cultura più importanti nella città, come la Biblioteca Gambalunga, custode di un ricco e prezioso patrimonio di vedute urbane.

L’attività di formazione sarà condotta da Michela Cesarini, storica dell’arte che collabora alla didattica dei Musei e che ha curato anche le precedenti edizioni.

Apre il ciclo l’incontro La rappresentazione della città dall’epoca romana al Rinascimento in programma mercoledì 22 febbraio alle ore 17 nella Sala del Giudizio del Museo della Città.

Il calendario prosegue con i seguenti appuntamenti:

29 febbraio, Biblioteca Civica Gambalunga, Rimini nelle vedute a stampa. II.

7 marzo, Museo della Città (luogo di partenza), Vedute di Rimini nelle opere d’arte e nei monumenti cittadini


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *