ILVA: Nonostante le difficoltà il percorso tracciato sembra andare nella direzione giusta

//   25 maggio 2015   // 0 Commenti

ilva azienda taranto 650x4471Nel corso dell’incontro di oggi 22 maggio 2015 con le  Segreterie Nazionali di FIM-FIOM-UILM la direzione generale dell’ILVA ha illustrato, nelle sue linee generali, il piano di rilancio industriale e strategico del gruppo ILVA anche in vista della costituzione della Newco che darà piena operatività all’azienda stessa.

E’ stato tracciato il bilancio del lavoro fatto in questi mesi che conferma l’impegno a realizzare, avendo ottenuto anche i mezzi finanziari con lo sblocco sia del prestito garantito dallo Stato, sia del 1,2 MlD congelati, tutti gli investimenti previsti dalle prescrizioni AIA. Conferma che entro agosto saranno terminati i lavori di AFO1 e della sua ripartenza. Nel contempo sono stati avviati gli ordini per il rifacimento di AFO5 e già a partire dal mese di giugno potranno cominciare i lavori con l’obiettivo della sua ripartenza a giugno 2016.

Inoltre la direzione generale ha illustrato le iniziative sia in termini organizzativi che gestionali volti a minimizzare in questa fase l’impatto in termini di  risultati del conseguente calo produttivo che si è determinato con la contemporanea fermata dei due altoforni.

Infine la direzione generale ha illustrato le iniziative, i progetti e le scelte, in vista della costituzione della newco, con l’obiettivo del ritorno alla redditività aziendale che riguardano un nuovo modello gestionale con conseguente scelte di risorse umane adeguate, la riorganizzazione del commerciale, la ricerca anche in vista di un diverso mix produttivo con sbocchi di vendita anche presso clienti finali.

E’ stato preso l’impegno a convocare al più presto il coordinamento di tutti gli stabilimenti per una approfondita discussione sugli aspetti più di dettaglio di ogni singolo stabilimento.

Per quanto il percorso sia ancora accidentato il quadro delineato fa intravedere un percorso utile e nella direzione giusta.

Le voci, anche di questi giorni, tese a ingigantire le difficoltà, che pure ci sono, vanno respinte al mittente perché celano l’intenzione da parte di soggetti esterni  di frapporre ulteriori ostacoli al rilancio dell’ILVA.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *