Il Washington Post punta tutto sul giornalismo online

//   17 febbraio 2012   // 0 Commenti

Washington post 300x228Il Washington Post é ad una svolta. Il leggendario giornale, fondato nel 1877, si presenterà in una nuova veste e punterà tutto sull’online. Crisi economica e tagli ai fondi hanno spinto i piani alti a cambiare direzione ed abbandonare la carta stampata.
In una decisione presa nel corso del cosidetto “Pranzo dei Pulitzer”, al quale erano presenti Bob Woodward, Dana Priest, David Maraniss e Rick Atkinson, si é deciso si affrontare la crisi e iniziare a puntare di più sul digitale che, pare, dia maggiori soddisfazioni del cartaceo.
A fare pressioni per questa nuova idea é stato il direttore del Washington Post, Marcus Brauchli, il quale numeri alla mano ha dichiarato che a gennaio “abbiamo superato tutti i nostri record, per pagine visitate, visite e visitatori unici.”
Con il boom del giornalismo online, il Washington Post é diventato il secondo sito di informazione d’America, dopo il New York Times. La perdita di circa 26 milioni di dollari ha fatto sicuramente girare la testa a molti e ha portato a credere che si debba puntare al futuro e allo sviluppo tecnologico, come lo stesso Brauchli sottolinea: “Solo perché il Washington Post era fatto in un certo modo non vuol dire che il Washington Post deve essere fatto così anche nel futuro”


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *