Il Volto: l’aspetto più concreto dell’essere (prima parte)

//   19 giugno 2013   // 0 Commenti

Foto 42° art.DSC07043 225x300La testa è una parte di particolare importanza del corpo, in essa hanno sede molti dei nostri sensi ed è la caratteristica esclusiva di ogni persona che ne permette la distinzione cogliendone il carattere, le passioni, i vizi e le virtù.
Il volto rispecchia quindi il nostro stile di vita e le nostre vicende umane.
La pelle e il sistema nervoso hanno origine dallo stesso foglietto embrionale, dunque lo stato emotivo squilibrato dà spesso origine a una reazione cutanea. E’ proprio sul viso che si devono concentrare tutte le nostre attenzioni poiché ci parla del nostro essere, di come è custodito, sia esteriormente, perché è una porzione esposta a tutti i fattori climatici, sia interiormente, visto che un viso attraente richiede una cura peculiare dei nostri pensieri, del cibo che introduciamo nel nostro organismo e dell’attenzione quotidiana che mettiamo nel mantenere, proteggere e abbellire la pelle, per consentirle di svolgere al meglio le sue funzioni. Tutto ciò permette di rallentare gli effetti del tempo che passa su di noi.
*** *** ***
Programma base per essere belli fuori .
L’ESTETICA
Conoscere il proprio viso rende possibile la realizzazione di un trucco essenziale ma seducente e soprattutto ci consente di sentirsi a proprio agio in questo aspetto curato.
Come diventare protagonisti della propria immagine? Valorizzarsi un modo non artefatto. A volte basta solo un lip gloss e una passata di mascara per non avere un aspetto trascurato.
Tutte le forme del viso (quadrato, rotondo, triangolare, lungo, trapezoidale) possono essere valorizzate con varie correzioni di semplice realizzazione. Ci guardiamo allo specchio con fare sfuggevole, senza consapevolezza della movenza che stiamo facendo, lo prendiamo come un gesto solo meccanico e non per la reale cura di noi stessi.
Ogni parte del corpo parla un suo linguaggio e ogni donna può servirsi di tutti i colori che desidera purché essi si armonizzino con la propria tipologia cromatica. La scelta giusta del colore determina l’effetto estetico. I punti luce importanti sono occhi, labbra, zigomi.
Il tipo di pelle ideale è quella che presenta il mantello idroacidolipidico perfettamente integro, cioè: lo strato corneo è in grado di rispettare un “natural moisturizing factor” (NMF, fattore idratante naturale), un corretto ricambio cellulare, una corretta funzione delle ghiandole sebacee, una giusta produzione di sudore.
La pelle interviene nel ruolo di protezione dai microrganismi e condizioni climatiche, nonché nel passaggio di varie sostanze dall’esterno all’interno e viceversa. Ecco che i cosmetici devono soddisfare il mantenimento dell’integrità cutanea. La maggior parte dei prodotti in commercio sono molto aggressivi per la pelle, soprattutto i detergenti, il cui uso oggi è veramente smoderato: riescono a rimuovere completamente questo mantello protettivo alterando le sostanze dell’epidermide. Danni questi che non è detto che si rilevino immediatamente, però sotto sotto inducono anche ad un invecchiamento precoce.
Capelli: le problematiche del capello e del capillizio sono molto vaste che non si può circoscrivere l’attenzione ad un solo fattore come l’alimentazione, ma ha sicuramente un’ importanza rilevante, insieme alle errate abitudini (consumo eccessivo di farmaci, alcol, tabacco e stress psicofisico). Stimolare i vasi sanguigni del cuoio capelluto con un massaggio significa evitare, opacità e fragilità, per di più rilassa la mente. Con i polpastrelli delle dita premere e massaggiare in senso circolare tutta la testa, dall’attaccatura scendere lentamente verso la nuca. Per capelli morbidi, lucenti e più folti dopo ogni shampoo sciacquarli con infuso di ortica. Preparate un litro di acqua bollente e lasciate in infusione, per 10 minuti, 80 g di foglie essiccate di ortica, filtrare e provvedere al risciacquo.
Occhi: illuminano il volto, esprimono parole dette e non dette, rivelano stanchezza e stress. L’area perioculare essendo caratterizzata da una cute sottile necessita di attenzioni particolari; per non incorrere alla formazione di inestetismi va tenuta, costantemente, sotto controllo e sostenuta con prodotti di alta eudermia. Mia nonna, dopo una giornata faticosa, per distendere i lineamenti del viso apponeva su di esso delle compresse tiepide bagnate con un infuso di fiordaliso e tiglio e io approfitto ancora oggi di questo semplice rimedio. Lasciare in infusione, in una tazza di acqua bollente, un pizzico di queste due piante per 10 minuti. Filtrare, coprire, lasciare intiepidire e imbibire le falde di cotone per disporle su tutto il viso, restare distesi per circa 15 minuti, togliere il tutto e non risciacquare. Applicare un velo di crema e il contorno occhi (esso è sempre indispensabile, mattina e sera).
Sopracciglia: pettinarle verso l’alto, seguendo la loro linea naturale, significa osservare meglio come incorniciano il vostro viso e una volta evidenziata la naturale definizione, ripulirle dai peli di troppo per dare un senso di ordine e naturalezza. Il sopracciglio è un importante elemento di mimica facciale, dà leggibilità allo sguardo per merito anche del muscolo corrugatore. Purtroppo la tendenza del momento è voler raggiungere ad ogni costo la perfezione eliminando l’espressività per diventare delle….. statue di cera? Abbellirsi sì, ma, come in tutte le cose, la giusta misura si rivelerà sempre vincente. Per ottenere delle sopracciglia in piena salute, per 15 giorni al mese, tutte le sere massaggiarle con dell’olio di ricino, ne basta pochissimo. Con uno scovolino potete passare l’olio anche sulle ciglia. Questo olio va pure bene per i capelli.
Labbra: dalla bocca esce la parola, il suono e il respiro. Le labbra sono considerate un punto di attrazione dove cade più spesso l’attenzione, si pensi al bacio.
Se le labbra presentano delle screpolature, preparare un decotto portando ad ebollizione mezzo litro di acqua con 25 gr. di pianta secca di eufrasia, bollire per 10 minuti, filtrare, lasciar raffreddare e usare questo rimedio per bagnare la zona delle labbra. Prendete l’abitudine di donare ad esse un buon balsamo: in un piccolo contenitore mettete 2 cucchiaini di burro di cacao puro, ½ cucchiaino di miele, 1 cucchiaino di olio di girasole (mattina e sera).
Denti: un modo per prevenire le infiammazioni e rendere il sorriso smagliante è servirsi delle foglie di salvia per strofinare denti e gengive. Inoltre, per sbiancare i denti possiamo ricorrere ad altri prodotti naturali come i bastoncini, ricavati dalle radici di una pianta mediorientale (Salvadora persica), denominati “sewah”.
Collo: questa zona, molto spesso dimenticata, ha una cute di grana fine e delicata quindi abbisogna di regolari trattamenti reidratanti e rassodanti. Il skincare per levigare e donare un aspetto tensore consiste nell’ utilizzo di un gommage delicato, lo stesso prodotto che si usa per il viso (iniziare dal decolté e salire verso il mento); nel riattivare la circolazione con passaggi leggeri di un piccolo manubrio con rotelle di legno, sempre con movimento dal basso verso l’alto; nel fare bendaggi con un decotto tonificante di rosmarino (ideale per la stagione primavera-estate) e nel massaggiare la parte con l’olio di Argan.
*** *** ***
L’effetto finale del make-up dovrà essere quello di un’immagine esclusiva e garbata poiché l’errore, solitamente, è di appesantire i lineamenti. Non va dimenticato che è la genuinità a donare un aspetto giovane e sano.
Per una maggiore tenuta del maquillage, con un pennello, passiamo sulla pelle un po’ di polvere di riso.
Altri consigli: bere sempre molta acqua, l’idratazione della pelle dipende tantissimo anche da questo ingrediente. Cercare di evitare di inumidire le labbra con la saliva, essa contenendo enzimi può aumentare i danni. Scegliere sempre prodotti con ingredienti di origine naturale, leggendo con attenzione le etichette. Prendere dalla confezione la quantità di crema che vi serve utilizzando un apposito cucchiaino o paletta, per non rischiare di deteriorarla.
La pelle giovane risulta più sensibile agli sbalzi termici ed è necessario iniziare, dopo i 25 anni, a mantenere l’epidermide idratata con prodotti protettivi e antiossidanti. Le pelli mature abbisognano di trattamenti molto mirati (nutrienti e restituivi), formati da sostanze che però non risultino eccessivamente pesanti, altrimenti fungeranno da barriera anziché donare alla pelle una buona ossigenazione.
Oltre all’invecchiamento fisiologico dobbiamo considerare un altro fattore di notevole rilevanza che può accelerare e aggravare tale processo: il “photoaging” cioè l’esposizione esasperata ai raggi UVA, sia del sole che delle lampade abbronzanti. Questi tipi di rughe, tra l’altro, sono più profonde rispetto a quelle fisiologiche.
Farà seguito, a questo scritto, un promemoria riguardante dei consigli utili per la bellezza interiore. Vi aspetto!

Giulia Zeroni – Consulente del benessere su misura
Economo Dietista – Dirigente di Comunità – Estetista
E-mail: giuliazeroni@virgilio.it
Sito web: www.giuliazeroni.it


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *