Il Principe si rimette la corona. Campionato riaperto?

//   16 gennaio 2012   // 0 Commenti

milito derby milan inter

L’urlo di gioia del “Principe” Milito è la cartolina che giunge dalla palpitante notte di San Siro. L‘Inter vince il derby con cinismo e praticità (1-0) riaprendo di colpo i giochi per lo scudetto. Con questa vittoria, infatti, gli uomini di Ranieri, unico tecnico nerazzurro capace di vincere la stracittadina milanese al primo tentativo, si riportano a -5 dai cugini rossoneri del Milan e a -6 dalla Juventus capolista bloccata in casa dal Cagliari. Se fino ad un mese e mezzo fa l’Inter sprofondava quasi in zona retrocessione, la serie di 6 vittorie consecutive la proietta in quartieri più nobili e consoni al suo blasone. Basterà per dire che la lotta scudetto è riaperta?

Se guardiamo l’ultimo mese e mezzo dovremmo dire di SI’. Sia perché l’Inter, sotto la gestione Ranieri, ha ritrovato logicità e compattezza, sia perché gli uomini chiave paiono finalmente in palla. Su tutti Milito, ritornato Principe, ma anche Thiago Motta, Maicon e Lucio e Cambiasso. La vecchia guardia, insomma. Sì perché Ranieri è un tecnico capace, intelligente, contro il Milan lo ha dimostrato per l’ennesima volta, vincendo il duello a distanza con il collega Allegri. Sì perché stanno per rientrare due pezzi da  novanta come Sneijder e Forlan, e perché ora Moratti potrebbe decidere di regalare e regalarsi un tal Tevez.

Ci sono però altri aspetti che fanno propendere per il NO. Gli eroi del Triplete stanno vivendo una seconda primavera, ma per quanto durerà? Soprattutto a centrocampo sembrano mancare ricambi e forze fresche: se calano i senatori, è notte fonda. Quando riprenderà la Champions, l’Inter sarà in grado di reggere su due fronti? E poi Milan e Juve hanno ancora un buon margine di vantaggio. Insomma, del futuro non v’è certezza, ma da ieri sera, statene certi, il campionato ha riacquistato una grande protagonista.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *