IL NUOVO OBIETTIVO DI AIRBNB: VENDERE EMOZIONI ITALIANE

//   2 giugno 2017   // 0 Commenti

lorenzoluca

Dopo la rivoluzione della formula turistica classica, il conosciuto portale Airbnb si appresta a invadere anche il mercato delle “emozioni”, con l’inserimento delle “experiences” italiane, partendo da Roma, Firenze, a breve Milano e a seguire molte altre città. I fondatori di Airbnb hanno iniziato il loro percorso imprenditoriale affittando posti letto nella propria abitazione, mi dicono su “materassini gonfiabili”, per poi fondare un progetto dove tutti possono locare un divano letto, una camera, un appartamento, una casa sull’albero o galleggiante e così via. Questo metodo ha scombinato i tour operator tradizionali e ha costretto molti altri portali a rivedere il loro meccanismo di promozione.

L’evoluzione delle “experiences” sposta ancora di un balzo in avanti la possibilità di vendere qualcosa in più: le proprie idee e capacità, attività ed esperienze di vita. Un’opportunità da cogliere al balzo per la genialità italiana, in particolar modo per tutto ciò che è legato al cibo. Riguardo a questo argomento, posso raccontarvi un esempio lampante di “experience”, alla quale sono stata invitata da Caterina e Federica (rispettivamente selezionatrice e assistenza clienti experiences di Airbnb), che ringrazio vivamente per la giornata dove nuovi host hanno illustrato le loro idee. Fra questi, Lorenzo & Luca, Hosts delle “Experiences” sono usciti dagli schemi del mondo della moda e del design, creando lovexfood.com, dove l’arte incontra l’amore e le ricette tradizionali. La loro attività mostra in modo perfetto come un viaggiatore possa beneficiare da un ritaglio della propria vacanza, entrando in un’abitazione privata, essere trattato come un vecchio amico, sentirsi a proprio agio nel preparare la pasta, parlare delle proprie idee, godere non solo del buon cibo ma anche dell’eleganza e della cura nei dettagli. La chiave del loro successo, non è da ricercare nel tempo investito per creare il giusto mix, ma nel rendere tangibile ad altri il proprio spazio emotivo, dove si percepisce la “non pianificazione”, ma l’essenza della vita, i desideri e i sogni, il presente e il futuro di una nuova creatività. Sicuro che questa idea di Airbnb è uno grandioso “ridisegnare” il viaggio turistico che non solo invaderà i futuri viaggiatori di tutto il mondo, ma spinge a pensare a nuove prospettive da orizzonti più ampi.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *