Il “Museo Renata Tebaldi” a Milano nelle vetrine degli stilisti Dolce&Gabbana in via della Spiga

//   8 dicembre 2015   // 0 Commenti

Giovanna d'Arco, atto II, 1951-© copyright Masha SiragoReportersAssociati&Archivi

vetrine DolceGabbana © copyright Masha SiragoReportersAssociatiArchivi 300x225E’ un omaggio alla celebre soprano italiana Renata Tebaldi (1922-2004) proprio nel periodo della prima del Teatro alla Scala a Milano che quest’anno è dedicata alla “Pulzella d’Orléans”, ovvero alla “Giovanna d’Arco” di Giuseppe Verdi.

Tosca atto II 1956 © copyright Masha SiragoReportersAssociatiArchivi 225x300

Tosca, atto II, 1956

Le vetrine della boutique di Via della Spiga 2 degli stilisti Dolce&Gabbana si sono trasformate in un elegante proscenio – dal 1°al 15 dicembre 2015 – omaggiando la grande soprano italiana Renata Tebaldi, cantante lirica tra le più amate e famose di tutti i tempi soprattutto per le sue indimenticabili interpretazioni delle opere di Verdi e Puccini.

Giovanni Gavazzeni © copyright Masha SiragoReportersAssociatiArchivi 300x228

Giovanni Gavazzeni, musicologo

Il musicologo Prof. Giovanni Gavazzeni, si è soffermato proprio davanti al costume di scena della “Giovanna d’Arco” interpretato dalla Tebaldi nel II atto nel 1951 e lo racconta: clicca su  Giovanni Gavazzeni (video 1’07″ © copyright Masha Sirago)

Tosca atto II 1952 © copyright Masha SiragoReportersAssociatiArchivi 225x300

Tosca, atto II, 1952

Le vetrine Dolce&Gabbana espongono altri meravigliosi costumi di scena che l’artista ha indossato nella sua lunga e acclamata carriera, nelle opere come “La Traviata” del 1957, la “Manon Lescaut” del 1968 e la “Tosca” del 1952 e 1956. Tali costumi di scena sono abitualmente esposti nel “Museo Renata Tebaldi” a Busseto, inaugurato il 7 giugno 2014, cliccare su “Museo Renata Tebaldi” a Busseto, quando il mito trova casa”: “Museo Renata Tebaldi” a Busseto, quando il mito trova casa” vetrina © copyright Masha SiragoReportersAssociatiArchivi 300x297Per chi passeggia per lo shopping natalizio in via della Spiga non può non restare affascinato dall’eleganza degli abiti esposti che fanno sognare un’epoca vissuta dalla diva osannata in tutto il mondo, così come lo scorso anno i milanesi e i turisti di via Montenapoleone avevano già assaporato un’esperienza simile nella mostra a Palazzo Morando in via Sant’Andrea, clicca su  “Renata Tebaldi – Il mito del canto, lo stile di una diva nel cuore di Milano” “Renata Tebaldi – Il mito del canto, lo stile di una diva nel cuore di Milano”.

Manon Lescaut atto II 1968 © copyright Masha SiragoReportersAssociatiArchivi 225x300

Manon Lescaut, atto II, 1968

Nelle vetrine degli stilisti di origine siciliana sono esposte anche immagini che ritraggono la diva Renata Tebaldi sul palco o in momenti di vita vissuta, e anche elementi originali provenienti dalle scenografie di opere storiche realizzate al Teatro alla Scala. Oggettistica, arredi e grandiosi costumi, tra cui il lungo abito turchese dell’Aida e quello in velluto della Tosca, che danno anche l’opportunità ai passanti nella famosa via dello shopping di rivivere la bellezza e l’incanto delle meravigliose opere di Giuseppe Verdi  e di Giacomo Puccini. Un connubio di arte, eleganza e raffinatezza in onore della Prima del Teatro alla Scala di Milano, la “Giovanna d’Arco” diretta da Riccardo Chailly che ne ha parlato nella “Prima delle prime” degli Amici della Scala nel ridotto dei palchi A.Toscanini il 30 novembre scorso: clicca su Riccardo Chailly per “Prima delle prime” alla Scala: “Giovanna d’Arco” di Giuseppe Verdi.

Giovanna Colombo, Presidente del “Comitato Renata Tebaldi” che “ha provveduto alla catalogazione, di tutto il materiale fotografico, cartaceo, giornalistico, bibliografico, di tutti gli abiti con relativi accessori, nonchè di tutti i cimeli appartenuti a Renata Tebaldi, divenuto di sua proprietà (dal sito www.renatatebaldi.eu) è impegnata altresì nel “Progetto scuola “Renata Tebaldi e il Melodramma”, clicca su  “Progetto scuola “Renata Tebaldi e il Melodramma”. RIPRODUZIONE RISERVATA, Testo, foto e video © copyright Masha Sirago/ReportersAssociati&Archivi, mashasirago@gmail.com


Tags:

Amici della Scala

Busseto

Comitato Renata Tebaldi

Dolce&Gabbana

Giacomo Puccini

Giovanna Colombo

Giovanna d'Arco

Giovanna d'Arco di Giuseppe Verdi

Giuseppe Verdi

Masha Sirago

milano

Museo Renata Tebaldi

Prima delle prime

Riccardo Chailly

Teatro alla Scala

via della Spiga

via Montenapoleone


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *