Il Motomondiale riparte: quali sono le speranze di Dovizioso e Iannone?

//   19 marzo 2018   // 0 Commenti

motomondiale

Rombi di motore e semafori accesi, la MotoGP riparte: con essa le aspettative molto alte sui suoi protagonisti.

La stagione del MotoMondiale che sta per ripartire dovrà essere quella delle risposte. In primis, quelle che dovranno arrivare dai rivali di Marc Marquez; il Cabroncito ha conquistato il suo sesto titolo mondiale e sembra continuare a essere il favorito numero uno per questa stagione. Ma dovrà essere anche la stagione delle risposte per due italiani in gara, entrambi con nome di battesimo Andrea: parliamo, ovviamente, di Dovizioso e Iannone.

Diciamoci la verità: a un certo punto, l’anno scorso, ci abbiamo creduto un po’ tutti. La Ducati volava e Dovizioso ha fatto capire di essere in grado di sostenere anche un duello rusticano uno contro uno con Marc Marquez, vincendo dei corpo a corpo meravigliosi. Il tutto si è spento sul più bello, perché lo spagnolo della Honda è riuscito a gestire alla sua maniera il vantaggio accumulato nella prima parte di stagione. Quest’anno, però, siamo sicuri che la Ducati partirà col piede a mille. Più di Lorenzo, DesmoDovi si è dimostrato competitivo durante i test in previsione del mondiale e ha alimentato i sogni che vedono una ‘Rossa’ di Borgo Panigale vincente a fine stagione come non accade dai tempi di Stoner. Dovizioso, inoltre, sembra aver finalmente raggiunto una maturità che gli potrà permettere, questa volta, di provare a vincere un Mondiale con una moto finalmente competitiva al massimo.

Quando la Suzuki, in una giornata dei test a Losail, si è piazzata davanti a tutti con Andrea Iannone, in molti sono balzati sul divano. È stato proprio il pilota italiano a frenare gli entusiasmi, ammettendo che il record di giornata non sarebbe contato a nulla. L’anno scorso la stagione è stata molto difficoltosa, ma c’è la volontà di continuare una crescita sia per la casa giapponese che per il ragazzo abruzzese. Forse lottare per la vittoria finale sembra essere una speranza un po’ troppo grande, per via soprattutto della foltissima concorrenza, ma cercare qualche podio e, perché no, qualche vittoria, deve essere sicuramente un obiettivo.

Il prossimo weekend sarà quello dell’inizio del campionato. Domenica 18 marzo, il MotoMondiale 2018 partirà ufficialmente dal circuito di Losail in Qatar. Il tracciato si trova a circa 30 km dalla capitale Doha e sarà la dodicesima volta che aprirà la stagione, visto che ciò accade dal 2007. Il circuito è composto da 16 curve, di cui 10 a destra e 6 a sinistra, con 5,4 km.

Come sempre, la partenza avverrà sotto le luci artificiali, cosa inconsueta per gli altri circuiti che rende Losail particolarmente affascinante. La prima gara ci fu nel 2004, mentre la prima volta in notturna risale al 2008.

 


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *