Il governo abolisce le province di Ascoli e Fermo ed oltre 40 comuni

//   15 agosto 2011   // 0 Commenti

ascolipiceno_fermo

Il consiglio dei ministri intende abolire tutte le province con meno di 300.000 abitanti. Nelle Marche la mannaia cadrà sulle province di Ascoli e Fermo. Saranno aboliti anche tutti i comuni sotto i 1.000 abitanti.

Bisognerà leggere attentamente il provvedimento – commenta a caldo Patrizia Casagrande Esposto, presidente UPI Marche (Unione Province Italiane) – perché tagliare le province di Ascoli e Fermo ed aaccorparle a Macerata sia iniquo. Sarebbe meglio tornare ad una provincia unica come era solo pochi anni fa“.

Lo stesso problema si ripropone per i comuni di Poggio San Marcello e di San Paolo di Jesi. Sembra che i due comuni saranno integrati in un unico nuovo comune.

Comuni aboliti in provincia di Pesaro Urbino
Tavoleto, Belforte all’Isauro, Peglio, Pietrarubbia, Monte Cerignone, Isola del Piano, Borgo Pace, Frontino

Comuni aboliti in provincia di Ancona
Poggio San Marcello, San Paolo di Jesi

Comuni aboliti in provincia di Macerata
Muccia, Gualdo, Pievebovigliana, Ripe San Ginesio, Monte San Martino, Gagliole, Camporotondo di Fiastrone, Fiastra, Cessapalombo, Sefro, Ussita, Castelsantangelo sul Nera, Poggio San Vicino, Fiordimonte, Bolognola, Monte Cavallo, Acquacanina

Comuni aboliti in provincia di Fermo
Massa Fermana, Montelparo, Monte Vidon Corrado, Monsampietro Morico, Belmonte Piceno, Moresco, Monte Vidon Combatte, Monteleone di Fermo, Montefalcone Appennino, Monte Rinaldo, Smerillo, Ortezzano, Monte Giberto

Comuni aboliti in provincia di Ascoli Piceno
Rotella, Montemonaco, Montegallo, Montedinove, Palmiano


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *