Ranieri risolleva l’Inter. 3-1 al Bologna

//   24 settembre 2011   // 0 Commenti

Claudio Ranieri inter

Cosa avrà detto Ranieri ai giocatori dell’ Inter?  Il nuovo tecnico nerazzurro ha avuto soltanto 48 ore per preparare la partita nell’insidiosa trasferta di Bologna dell’anticipo pomeridiano della 5° di campionato.  Ha fatto l’unica cosa sensata che poteva fare, rimettere i giocatori, quelli disponibili, nei loro ruoli. Riportarli a giocare nel modo in cui sapevano, e con cui hanno vinto tutto. Li ha invitati a pazientare, che l’occasione sarebbe arrivata. E i giocatori hanno ricordato, hanno capito e hanno vinto. Dimenticando la difesa a tre e le insicurezze di formazione e ruolo vissute con Gasperini.

ranieri e mourinhoDifesa a quattro, vietando a Lucio le avventure offensive, ad esclusione delle palle inattive.  E i due esterni di difesa, più Nagatomo che Chivu, a spingere sulle fasce. Una punta fissa, il Pazzini dimenticato da Gasperini e il duo Forlan e Coutinho, a turno punta aggiunta o trequartista. Pronti al pressing a centrocampo o a dar man forte in difesa. Wesley Sneijder non è stato convocato per un risentimento muscolare. Ancora indisponibili Maicon e Stankovic.

Un buon primo tempo dell’ Inter e 25 minuti ottimi del Bologna all’inizio del 2° tempo. Ma il risultato finale 1 – 3 , premia la squadra ospite, che avuto il pregio di non disunirsi anche nei momenti peggiori della partita. Riparte dall’anticipo di Bologna il campionato dell’ Inter? Per una volta d’accordo Ranieri e lo “spagnolo” Mourinho si augurano di si.

Bologna  1 Inter 3

Al 7′ punizione di Forlan, respinta di Portanova. Samuel calcia da pochi passi addosso a Gillet.

Al 13′ Forlan di destro da fuori area colpisce in pieno il palo.

Al 39′ Inter in vantaggio: Forlan avanza centralmente, serve Cambiasso, assist di prima per Pazzini, che con un rasoterra trova l’angolo sinistro di Gillet.

Al 5′ st.  Inter vicina al gol: bella azione di Coutinho, il suo tiro viene  ribattuto da Antonsson, palla a Cambiasso che colpisce la traversa.

All’8′ l’Inter rischia: Diamanti crossa da destra per Di Vaio che di testa costringe  in angolo.

Al 20′: Ramirez impegna Julio Cesar su punizione;

Al 21′, sul conseguente calcio d’angolo Tagliavento vede un fallo di Samuel ai danni di Portanova e indica il dischetto; trasforma Diamanti.

Al 25′ si fa male il portiere Gillet che deve lasciare il posto ad Agliardi.

Al 36′ Cambiasso smarca Pazzini, tacco per Milito che viene atterrato in area da Morleo, espulso. Calcio di rigore; dal dischetto trasforma Milito per l’1-2.

Al 42′ terzo gol dell’Inter: punizione di Muntari dalla destra e preciso colpo di testa di Lucio che trafigge Agliardi.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *