Ignazio Visco e’ il nuovo governatore di Bankitalia

//   21 ottobre 2011   // 0 Commenti

ignazio visco

Ignazio Visco, napoletano di 61 anni, è la persona che sarà indicata al Consiglio superiore della Banca d’Italia per la nomina a Governatore al posto di Mario Draghi. L’indicazione del vice direttore – carica che ricopre da quattro anni e mezzo – è stata avanzata dal presidente del Consiglio e comunicata al presidente della Repubblica.

Visco faceva parte del trio composto dal membro del board della Bce, Lorenzo Bini Smaghi, e dal direttore generale del Tesoro, Vittorio Grilli.

Il curriculum vitae di Ignazio Visco
Ignazio Visco, neo governatore di Bankitalia, nasce a Napoli il 21 novembre 1949, è sposato e ha tre figlie. Vice direttore generale di Palazzo Koch dal 9 gennaio 2007 – come si legge sul suo profilo sul sito di Bankitalia -, dal 2004 è funzionario generale della Banca d’Italia (prima come direttore centrale per le Attività Estere e dal marzo 2006 come direttore centrale per la Ricerca Economica).

E’ Presidente del Comitato Relazioni Internazionali del Sistema Europeo delle Banche Centrali – SEBC (2009-10), membro del Comitato dei Supplenti del G-7, del Comitato dei Supplenti del G-20, del Comitato Economico e Finanziario della UE, del gruppo di lavoro n. 3 del Comitato di Politica Economica dell’Ocse; supplente nel Consiglio di amministrazione della Bri. Nel 1971 si laurea in Economia e Commercio con il massimo dei voti e lode presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, discutendo la tesi Verifica della tesi dell’incorporamento dell’aumento dei prezzi nel tasso d’interesse (con il professor Federico Caffè).

Assunto nel 1972 in Banca d’Italia, compie il periodo di perfezionamento presso la University of Pennsylvania (Philadelphia, Usa), con borse di studio ‘B. Stringher’, ‘Luigi Einaudi’ e ‘Marco Fanno’ e come Fellow dell’Economic Research Unit del Dipartimento di Economia, dove consegue un Master of Arts (1974) e un Ph.D. in Economics (1981) discutendo la tesi “The measurement, analysis and formation of inflation expectations (con i professori A. Ando, L.R. Klein e R.S. Mariano). Al ritorno in Italia, nel 1974, è assegnato al Servizio Studi, di cui diviene Capo nel 1990.

Coordina il Gruppo di lavoro per la costruzione del Modello trimestrale dell’economia italiana (1983-86), partecipa allo studio e alla definizione di interventi di politica monetaria e del cambio, rappresenta l’Istituto e ricopre incarichi in organismi nazionali (tra i quali, Istat, Cnel, Cnr e Presidenza del Consiglio dei Ministri) e internazionali (Ocse, Ue, Bri). Dal 1997 al 2002 è Chief Economist e direttore dell’Economics Department dell’Ocse, nella cui veste sovrintende all’attività di analisi delle economie e delle politiche dei paesi industriali e ai progetti di ricerca sui principali problemi economici e finanziari mondiali. È anche membro di vari gruppi e comitati internazionali, tra i quali il Comitato dei Supplenti del G-10 (nel quale poi rappresenta la Banca d’Italia dal 2004 al 2006) e la Commission on Global Ageing del Center for Strategic and International Studies di Washington.

È autore di numerose pubblicazioni, tra le quali: Price Expectations in Rising Inflation, North Holland, 1984; Le aspettative nell’analisi economica, Il Mulino, 1985; Inflazione, concorrenza e sviluppo (con S. Micossi), Il Mulino, 1993; Saving and the Accumulation of Wealth (con A. Ando e L. Guiso), Cambridge University Press, 1994; L’economia italiana (con L. F. Signorini), Il Mulino, 2002; Ageing and Pension System Reform (Rapporto per i Supplenti del Gruppo dei Dieci, presidente del Gruppo di lavoro), 2005; Investire in conoscenza, Il Mulino, 2009.

Ha insegnato econometria (1983-85) e politica economica (1989) presso l’Università “La Sapienza” di Roma. È stato Associate Editor della European Economic Review (1986-91) e membro dei Comitati scientifici della Fondazione Enrico Mattei (1994-2001), delle Lezioni Raffaele Mattioli (1996-2004) e di “Monitoring Italy” per l’Isae (2002-03). Attualmente è co-direttore della rivista Politica economica, membro del Gruppo consultivo per il settore economia della Società Editrice “Il Mulino”, del Comitato consultivo della Scuola Normale Superiore di Pisa, del Comitato scientifico della Scuola Superiore di Economia (Sse) di Venezia e presidente del Consiglio scientifico dell’International Center for Monetary and Banking Studies di Ginevra.

È membro della Società Italiana degli Economisti, della Società Italiana di Statistica, dell’American Economic Association, del Consiglio italiano per le Scienze Sociali e dell’Associazione “Il Mulino”. Ha ricevuto il Leontief Award for Best Dissertation in Quantitative Economics (Eastern Economic Association, 1982), il Premio “Best in Class”, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Roma “La Sapienza” (2006) e l’onorificenza di Grande Ufficiale al merito della Repubblica italiana (2007).


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *