I veri cibi per evitare problemi cardiaci

//   5 gennaio 2019   // 0 Commenti

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

cibi ricchi di potassio

Si intitola “Nutri il tuo cuore” il libro del cardiologo nutrizionista Davide Terranova, che con attenta analisi di molti studi scientifici  propone il Piatto Cardiochef, ossia quel mix di pietanze che per le proporzioni dei macronutrienti assumibili in una giornata vengono ritenute fare la differenza offrendo almeno dal punto di vista alimentare per una protezione cardiovascolare del 90%. Molti i prodotti conosciti già di per se come sani ma che in questo caso vengono in qualche modo meglio specificati, a partire da Frutta e Verdura, da consumare due volte al giorno e come dice l’OMS in quantità di 400 grammi, definiti in grado di ridurre del 20% i rischi di infarto o malattia cardiaca in genere: Insistendo sull’insalata quale pre pasto, che sazia molto e riduce i rischi alimentari proprio perche riempie e quindi aiuta a perdere peso: Ma le verdure pre pasto hanno pure funzione di  fornire le fibre necessarie per avviare i movimenti contrattili della muscolatura intestinale favorendo così un  transito intestinale più veloce il che diminuisce l’assorbimento di eventuali carboidrati ad alto contenuto glicemico e conseguentemente il picco insulinico , portatore nel tempo del diabete di tipo 2. Contribuisce e ridurre il rischio di infarto del 16%, il consumare Pesce Azzurro, Sardine, Aringhe, Alici, Acciughe, Sgombro, una o due volte la settimana in quantità di 150 grammi; ed un grande apporto antinfarto pari al 21% è stato attributo al consumo di 80 grammi di Cereali Integrali ogni giorno; preferendo l’avena considerata la tipologia più protettiva, per il suo contenere il betaglucano, fibra dalla elevata capacità di  ridurre il colesterolo a tavola; e consumarne 30 grammi al giorno come pane integrale di avena, entro 5/6 settimane –viene affermato – abbassa il livelli del colesterolo LD quello cattivo. Magari poco amati e scomodi da gustare, i legumi rimangono cibo importante riducendo del 14% il rischio cardiovascolare qualora consumati in quantità di 60 grammi siano essi ceci, lenticchie, piselli od altri ancora. Altissimo grado beneficio quale riduzione di pericolo cardiocircolatori specie l’infarto, ben il 28% per  un consumo giornaliero di 30 grammi di Frutta Secca come Noci, Mandorle, Nocciole,Pistacchi ed Arachidi ottimo spuntino o come aggiunta alle insalate ma con le noci da aprire al momento perché non si ossidino.  Elevatissimi i benefici fino al 31% della riduzione del rischio di infarto di  1 bicchiere al giorno di Vino Rosso; al 30% del rischio cardiovascolare con 4 cucchiai di Olio d’Oliva, del 16% con dalle 3 alle 5 tazze di Tè Verde e del 10%  on un quadratino di Cioccolato Fondente al 75%. In linea generale il Piatto Cardiochef dovrebbe prevedere il 60% tra Cibi a predominanza di Carboidrati, Cerali Integrali e Legumi, ed un 15% di Cibi a predominanza di Proteine, cioè Formaggi, Legumi, Carne, Pesce,Uova; con una alimentazione che deve essere variata  durante la giornata scegliendo un cibo delle due categorie, facendo però bene attenzione ad attuare un variazione continua non fossilizzandosi solo sul alcune pietanze. Badando bene a non assumere lo stesso giorno più di un cibo per categoria ed ancora di più lo stesso cibo presente in ambedue le categorie come ad esempio il formaggio; avendo cura di precedere ogni pasto con il consumo di 120 grammi di insalata o verdura cotta e frutta, per un totale di 400 grammi e volendo 1 bicchier da 120  ml per le Donne e 2 per gli Uomini ma a stomaco pieno e con migliore condimento sempre l’olio d’oliva, spremuto a crudo. Ricordando che Cibi a predominanza di Grassi Saturi al 10% sono Formaggi, Carne, Pesce,Uova mentre Cibi a predominanza di Grassi Insaturi al 15% sono Pesce, Frutta Secca e Uova. Il tutto costituisce una indubbia cura di salute, il cui vero problema rimane ancora prima della totale la fino a che punto parziale attuabilità nel frenetico mondo moderno.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *