La chiave segreta del successo di Gucci

//   23 dicembre 2011   // 0 Commenti

Gucci 300x121Con grande immenso piacere misto ad un raffinato godimento mi sono intrattenuto con una anziana signora… ALT! Non pensate male! Essa fu una dipendente della nota famiglia Gucci che la Sig.a Aida moglie di Guccio GUCCI e madre di Aldo, Vasco e Rodolfo fin dal 1950 pose difatto nelle cerchia stretta del comando aziendale dove rimase fino agli anni 90 fedele alla Ditta. Ebbe l’incarico chiave di trasformare i negozi in franchising e quindi di discutere nel mondo con i direttori avversi all’innovazione che, come corretta intuizione dei Gucci, si rivelo’ vincente come soluzione! Ho profittato di tale testimone per chiedere tante cose ch’essa stessa ha definito profonde e ho ottenuto delle perle di saggezza italiane che dono ai lettori come mio omaggio di Natale. La prima perla e’ dedicata all’attuale italiana gerente della Gucci che cura gli interessi dell’azienda e quindi garantisce alle tante famiglie della Gucci certezza lavorativa: essa e’ a detta sincera di questa anziana, fine, elegante, quasi timida signora, colei che incarna in essenza lo spirito creativo-imprenditoriale di Aldo, Vasco e Rodolfo, come fosse medianicamente posseduta dal loro Spirito. Giudizio che fa’ capire in profondita’ abissale il perche’ del successo planetario di una azienda che per capitale e’ in mano straniera. Mano straniera di una intelligenza straniera che a mia volta vedo anch’essa docilmente posseduta dallo Spirito della Famiglia Gucci, alla maniera di Aldo quando ripeteva che i suoi operai non erano operai, ma genii-artigiani in camice bianco, vera chiave del successo commerciale della Ditta Gucci nel mondo. La seconda perla e’ dedicata quindi a questi anonimi genii-artigiani che la Signora attuale cura ed ama alla maniera di Aldo Gucci garantendo il successo dominante della ditta nel mondo e di riflesso dell’Italia. La terza perla e’ invece dedicata ai custodi, ai portieri, ai facchini, agli autisti, ai centralinisti, agli impiegati, ai creativi dell’azienda che come un unico corpo rispondono alla mente dei dirigenti e della importante manager che a detta di questa, ora vecchietta e tremante, signora che ha dato tutta la sua vita e la sua gioventu’ a rappresentare la nostra Italia nel mondo, sono dell’Italia che lavora il vero buon governo, i veri Ambasciatori dell’Italia. Buon Natale.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *