Sul lago di Como il “Concorso d’Eleganza Villa d’Este” 2016 che premia le auto d’epoca più belle del mondo

//   24 maggio 2016   // 0 Commenti

1 Concorso d'Eleganza Villa d'Este 2016

5 Concorso dEleganza Villa dEste 2016 300x181Si è conclusa domenica 22 maggio l’edizione 2016 del Concorso d’Eleganza di Villa d’Este patrocinato da BMW Group. Appassionati di ogni età, estimatori, collezionisti di tutto il mondo si sono dati appuntamento nei giardini di Villa Erba, camminando sull’erba ed ammirando il paesaggio del lago di Como, confermando così che il Concorso è palcoscenico ideale per ammirare le dream car del passato e le più innovative concept car. (www.concorsodeleganzavilladeste.com).

2 Louis De Fabribeckers Concorso dEleganza Villa dEste 2016 300x224

Louis de Fabribeckers

6 Concorso dEleganza Villa dEste 2016 300x210La cerimonia di premiazione, sempre splendidamente condotta da Simon Kidson,  si è svolta come di consueto nel pomeriggio di domenica ed ha visto sfilare tutte le meravigliose auto partecipanti al rinomato concorso. I miei ricordi vanno alla bellissima edizione del 2014 che avevo seguito ammirando soprattutto il marchio di lusso Rolls-Royce che quell’anno aveva  celebrato i suoi 110 anni di vita: “Concorso d’Eleganza Villa d’Este” a Cernobbio 2014: le auto storiche più belle del mondo, clicca su http://www.mondoliberonline.it/concorso-deleganza-villa-deste-a-cernobbio-2014-le-auto-storiche-piu-belle-del-mondo/40976/7 Concorso dEleganza Villa dEste 2016 300x224

Lamborghini Miura P 400 SV. è stata premiata con il Trofeo BMW Group Italia del Concorso d’Eleganza di Villa d’Este, assegnato per Referendum Pubblico a Villa Erba.  Nata nel 1966, la Lamborghini Miura è una delle vetture sportive più affascinante di tutti i tempi. La fine serie di questa vettura fu rappresentata dalla Miura SV da 385 CV che fece il suo debutto al Salone dell’Automobile di Ginevra l’11 marzo 1971. Proprio la Miura qui presentata in Concorso fu esposta presso lo stand Bertone. In occasione del 50° anniversario della Miura, questa P 400 SV non è passata inosservata e ha saputo conquistare le preferenze dei numerosi appassionati presenti  a Villa Erba.

8 Roland Stern Concorso dEleganza Villa dEste 2016 3 300x224

Roland Stern

Le caratteristiche: Lamborghini Miura P 400 SV (1971) – 12 cilindri, 3929 cc – Carrozzeria: Coupé, Bertone – Concorrente: Adrien Labi (USA).

Il Design Award for Concept Cars & Prototypes, assegnato sempre per Referendum Pubblico nei giardini di Villa Erba, è stato vinto dalla Alfa Romeo Disco Volante by Touring.Questa macchina è la reinterpretazione della vettura d’epoca Alfa Romeo Disco Volante del 1952 a cui s’ispira, sempre con carrozzeria Touring Superleggera, la storica carrozzeria milanese che esiste dal 1926” mi racconta Louis de Fabribeckers, head of design. “Il colore blu viene dalla storia del Discovolante, l’interno è stato fatto dalla casa inglese Connolly. Produrremo massimo 7 esemplari su richiesta. Questa è l’unica, e qui in esposizione e ci sono volute 4500 ore per realizzare l’auto. Rrrwhapp è il rumore del V8 della macchina che ho guidato da Terrazzano di Rho (sede) fin qui a Villa Erba per portare l’auto sperando di non aver incrociato l’Autovelox” conclude sorridendo.

9 Masha Sirago e Ferrari Concorso dEleganza Villa dEste 2016 300x224

Masha Sirago, writer

Al Concorso d’Eleganza Villa d’Este 2016 ecco la splendida Ferrari Testarossa 1986 presentatami direttamente dal proprietario Ronald Stern (Londra). “L’auto è stata realizzata appositamente per Gianni Agnelli nel 1986, poi ha avuto un altro proprietario per 25 anni, a gennaio l’ho comprata io” mi racconta   Roland Stern nel mentre mi mostra  il motore di questa meravigliosa creatura.  Non si può non notare la targa e lo stile:  TO 00000G

Assegnato nella tarda serata di domenica dalla Giuria, il Trofeo BMW Group ha premiato il fascino della Maserati A6 GCS, una vera e propria macchina da competizione allestita con la perfezione estetica di un’icona di stile. Il design della vettura è nato dall’estro di Aldo Brovarone, che l’aveva realizzato nel 1952 per il marchio Cisitalia. Dopo il fallimento di quest’ultima, portò il progetto “in dote” a Battista “Pinin” Farina che lo aveva scelto per la Maserati.

3 Concorso dEleganza Villa dEste 2016 300x224Le caratteristiche: Maserati A6 GCS (1954) – 6 cilindri in linea, 1988 cc – Carrozzeria: Berlinetta, Pinin Farina -Concorrente: Destriero Collection (Principato di Monaco).

Lancia Astura Serie II ha preso la Coppa d’Oro (il Primo Premio assegnato per Referendum pubblico a Villa D’Este) al Concorso d’Eleganza di Villa d’Este.

Un anno e mezzo dopo la sua immatricolazione, questa Lancia Astura ricevette in dono la sua forma estremamente aerodinamica dalla casa Castagna, un adattamento per le corse che fu attuato su richiesta di Vittorio, figlio di Benito Mussolini. Probabilmente nello stesso momento sulla vettura fu installato il motore V8 tre litri da 82 CV della Astura Serie III, al posto del precedente 8 cilindri da 2,6 litri. Nell’agosto del 1935 la vettura prese il via alla 24 ore di Pescara e solo cinque settimane più tardi si presentò al Concorso d’Eleganza di Villa d’Este. Due situazioni diametralmente opposte che dimostrano come la sportività alla guida e il fascino dell’estetica non sono assolutamente in contraddizione.

Le caratteristiche: Lancia Astura Serie II (1933)- 8 cilindri, 2973 cc – Carrozzeria: Berlinetta, Castagna – Concorrente: Antonius Meijer (NL)4 Concorso dEleganza Villa dEste 2016 300x254

Grindlay-Peerless 100 è stata premiata a Villa Erba con il Trofeo BMW Group dedicato alle motociclette storiche (il Primo Premio assegnato dalla Giuria, Best of Show del Concorso d’Eleganza).

10 Concorso dEleganza Villa dEste 300x224L’azienda di Coventry costruì motociclette dal 1923 al 1934. Ottenne presto notorietà grazie al tuner e pilota C.W.G. “Bill” Lacey, il quale gestiva un’officina privata presso il circuito di Brooklands e attirò l’attenzione degli appassionati sulle sue veloci motociclette anche grazie alla loro nichelatura e all’aspetto completamente lucido. Nel 1928 Lacey fu il primo pilota a percorrere 100 miglia nell’arco di un’ora. Nel 1929 furono commissionate sei repliche della moto da record Grindlay-Peerless e una di esse giunse, nel 1935, nelle mani di H.J. “Boy” Tubb. Quest’ultimo continuò a raccogliere successi sul circuito di Brooklands prima di iniziare a dedicarsi alle gare di sprint. La moto rimase di proprietà della famiglia sino al 2012 e rimase a lungo esposta presso il museo di Brooklands.

Le caratteristiche: Grindlay-Peerless 100 (1929, Inghilterra) – 1 cilindri, 498 cc – proprietario: Erez Yardeni (TH).

(Testo e foto © copyright Masha Sirago/ReportersAssociati&Archivi, mashasirago@gmail.com)


Tags:

BMW

Cernobbio

Como

Concorso d'Eleganza Villa d'Este

Lago di Como

Louis De Fabribeckers

Masha Sirago

Roland Stern

Villa Erba


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *