Gosau, l’Austria a due passi

//   27 gennaio 2012   // 0 Commenti

Gosau immagineGosau nel 1490 divenne parte del Principato di sopra del fiume Enns e, successivamente, l’area fu stata occupata più volte dai francesi durante le guerre napoleoniche. Quando la Repubblica d’Austria è stata costituita nel 1918, Gosau entrò a far parte dello Stato federale dell’Alta Austria. Nel 1938 l’area fu annessa al Reich tedesco insieme al resto d’Austria, e Gosau a far parte del “Gau Oberdonau”, solo per essere tornato a Alta Austria quando la Repubblica di Austria è stata ricostituita nel 1945. La splendida cittadina, situata ad ovest di Salisburgo, si affaccia nel Salzkammergut che viene considerata la terra dei laghi Austriaci e, proprio per questo motivo, è una delle aree più visitate d’Austria. Tutta la zona si concentra intorno al massiccio del Dachstein (2.996 metri), ed al fiabesco lago di Hallstatt, il gioiello blu del Salzkammergut. Gosau, famosa per la sua immensa produzione di legname, fu anche un grande centro di estrazione del sale grazie alla miniera Hallstatt la più antica miniera di salgemma del mondo, dove ancora oggi si estrae in modo attivo il sale, imperdibili anche le famose fosse di tombe di Hallstatt, che risalgono all’antica età del ferro, che sono tuttora visitabili nell’alta valle della miniera di salgemma, raggiungibile a piedi o con la moderna funivia. Il Comune di Gosau conta circa 2.000 abitanti ed è situato a 767 metri sul livello del mare con montagne tutt’intorno che ne fanno da cornice. Proprio in questi mesi invernali, l’area si trasforma in un meraviglioso comprensorio sciistico per principianti e atleti professionisti grazie ai 150 kilometri di piste sapientemente preparate da esperti ‘gattisti’ delle nevi. E’ la più grande area sciistica dell’Alta Austria e si mette in mostra come un centro di sport invernali per famiglie dal fascino e l’atmosfera speciale. Oltre alle piste da sci, la zona sciistica offre piste da fondo, tracciati per ciaspole e piste di slittino permettendo anche ai non discesisti, di vivere la montagna in tutti i suoi aspetti. E’ d’obbligo rifugiarsi nelle tipiche baite, sapientemente allestite da oggettistica locale, per potersi rifocillare di specialità regionali e ottima birra. Sicuramente non sarà difficile creare nuove amicizie poiché, i frequentatori di questi tipici ‘ristori’, si lasciano spesso trasportare in racconti divertenti delle loro zone. Altra grande offerta della zona è il classico percorso tra i boschi trainati dai cavalli che garantiscono la possibilità di ammirare Gosau da un punto di vista davvero affascinante. E’ una realtà austriaca facilmente raggiungibile, ad esempio da Venezia, dopo circa quattro ore di macchina e 400 kilometri di autostrada, ci si può immergere nell’aria fiabesca che Gosau offre. Per chi non ha mai visitato Salisburgo, dopo solo 50 minuti di viaggio in macchina, una veloce visita da Gosau è d’obbligo. Le strutture alberghiere di Gosau sono il fiore all’occhiello della città che concentra, proprio nel turismo, una grande parte dell’economia locale ed i numerosi alberghi, egregiamente gestiti, offrono infinite possibilità di scelta per tutti gusti e tutti i prezzi.
Per quanto riguarda il clima, durante l’estate tende ad essere piuttosto caldo, con temperature media tra i 15 e i 25 gradi mentre durante la primavera e l’autunno, si registrano maggiori precipitazioni in particolare di piogge leggere. In inverno, che comincia a metà novembre, la temperatura media è di 4 gradi sotto lo zero.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *