Google+, guanto di sfida a Facebook

//   12 luglio 2011   // 0 Commenti

Un'immagine di Google Plus

Il futuro è social. Questa frase assume sempre più nei giorni l’aspetto di un assioma: a darne conferma diretta è anche Google con il proprio progetto Google+, presentato ufficialmente a fine giugno. Il servizio sarà presto accessibile a tutti, al momento è infatti attiva la sola fase di testing, cui partecipano un limitato gruppo di persone. Chi cerca subito analogie con i due social network più popolari al mondo Twitter e Facebook, rimarrà un po’ spiazzato: il progetto portato avanti da Google offre infatti un approccio completamente differente al tema e tenta di migliorare tale esperienza. Alcune delle caratteristiche principali per scrollarsi di dosso la concorrenza di Twitter e Facebook sono:
+ Circles (cerchie) – permette di distinguere i propri amici in varie classi: differenziare i contatti, non accomunandoli l’uno all’altro ma con la possibilità di impostare diversi “ambiti” di appartenza. Ecco allora che sarà possibile “catalogare” amici sotto la rete lavorativa, oppure sotto la sfera familiare.
+ Sparks (spunti) – sfruttando le ricerche fatte e i vostri propri interessi Google fornirà contenuti inerenti e aggiornati direttamente dal web, una versione evoluta ed integrata tra Google News e Google Reader, servizi da tempo attivi e ampiamente collaudati.
+ Hangouts (videoritrovi) – permette di impostare la possibilità di essere contattato. Quel concetto di “vedersi con gli amici” che per molti è ancora il semplice “andare al bar” viene preso da Google e portato all’interno del social network. In questo caso, la funzione sembra essere una convergenza del client Skype con Chatroulette.
+ Mobile – elemento oramai sempre più protagonista nella fruizione di contenuti e per la fruizione dei social network Google non si ferma alla sola possibilità di ottimizzare i contenuti per dispositivi mobile ma anche di sfruttare le potenzialità di questi elementi: ecco allora un completo supporto per GPS, fotocamera e messaggi di vario tipo.
In seguito alla distribuzione del nuovo servizio, a oggi ancora in fase di test, Google ha cambiato il metodo di gestione degli inviti: oberati da una mole di richieste ben al di sopra delle aspettative, il gigante di Mountain View ha deciso di delegare la fase di incremento degli utenti mediante degli inviti, con i quali ciascuno può portare i suoi conoscenti all’interno del nuovo social network, una modalità del tutto simile a quella inizialmente utlizzata per la gettonatissima posta Gmail. Ora la sfida è stata lanciata… vinca il migliore!


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *