Ghostbusters

//   25 novembre 2012   // 0 Commenti

Milan-Juventus

Tutti hanno uno scheletro nell’armadio, ma questa sera al San Siro ci saranno i ghostbusters…gli “acchiappafantasmi”. Alle 20:45, infatti, la Juventus sarà ospite dei rossoneri a Milano per una partita che non può non rievocare freschi ed amari ricordi: soltanto il 25 febbraio di questo stesso anno, proprio San Siro dovette assistere, ancora nel 2012, all’apparizione di un fantasma in campo…il goal fantasma di Muntari...

Prima di questo big-match, la domenica pomeriggio sarà allietata da 5 sole partite: vediamole nel dettaglio.

ATALANTA-GENOA (ore 15:00)

Trasferta tradizionalmente ostica, quella del Genoa a Bergamo, dove nelle ultime 7 visite ha incassato ben 5 sconfitte. L’Atalanta sta dimostrando anche quest’anno di poter lottare per qualcosa in più della semplice salvezza e, dopo l’incredibile sconfitta contro il Torino (1-5), sta pian piano trasformando lo stadio Atleti Azzurri in una sorta di fortino sulle cui mura già penzolano i prestigiosi “scalpi” di Napoli (1-0) ed Inter (3-2). Nonostante queste ottime premesse, bisogna ricordare che domenica scorsa proprio l’Atalanta ha perso 4-1 a Firenze ed oggi mancheranno sia lo squalificato Cigarini che l’infortunato Biondini…due pedine molto importanti, per il loro spumeggiante centrocampo. Dall’altra parte un Del Neri che sa solo perdere: da quando lui è sulla panchina del Grifone, il Genoa ha sempre perso, 6 partite su 6! L’ultima, peraltro, per 3-1 nel derby con la Sampdoria! Il morale dei genovesi sarà sotto i tacchetti e dunque concordiamo con i bookmakers che vedono i padroni di casa favoriti (a quota 1.80). L’Atalanta potrebbe quindi vincere comodamente, con 2 goal di scarto: il 2-0 è quotato a 8.00, il 3-1 lievita quasi fino al doppio (quota 15.00).

CHIEVO-SIENA (ore 15:00)

Scontro salvezza, non ci sono ormai più dubbi: il Chievo è infatti 17° in classifica, mentre il Siena è addirittura penultimo. Da queste due squadre nessuno si aspetta quindi molti goal, almeno oggi pomeriggio. Il Chievo ha perso la sua ultima partita domenica scorsa, 2-1 a Catania: nelle ultime 3 giornate di campionato ha racimolato la miseria di un punto. Il Siena è invece sorprendentemente cinico, quasi come una squadra francese: nelle ultime 3 partite non ha mai subito reti dagli avversari…ma resta un “mistero” spiegare come abbia fatto a guadagnare 7 punti segnando soltanto 2 goal! Anche gli allibratori ne sono convinti, al Bentegodi sarà una partita da “under” (a quota 1.55). Quasi certamente il Siena, che ha appena lasciato la coda della classifica, potrebbe accontentarsi anche di un pareggio a Verona, giocando come al solito per la noia dello 0-0 (oggi quotato a 7.00). Quante volte, però, proprio la partita più “povera” sulla carta, regala invece goal a valanga e “over” impensabili? In questo caso il 3-1 ha una quota molto più appetitosa rispetto alle “reti bianche”: 17.50!

SAMPDORIA-BOLOGNA (ore 15:00)

Mission (quasi) impossible per il Bologna, che non batte la Sampdoria al Marassi da oltre 10 anni. L’ultimo successo a Genova, infatti, risale al lontanissimo 1999 ed era in Coppa Italia. Entrambe queste due squadre hanno appena scacciato la crisi, che le perseguitava ormai da mesi, con due nette vittorie casalinghe: la Sampdoria ha sconfitto 3-1 i cugini del Genoa nella stracittadina mentre il Bologna ha surclassato il Palermo con un inappellabile 3-0. Anche se sarebbe stato difficile da ipotizzare soltanto poche settimane fa, anche questo rappresenta, almeno per il momento, un importante scontro-salvezza, tra la 14° e la 15° forza del campionato di Serie A. La formazione di Ciro Ferrara avrà ancora delle fondamentali assenze nel reparto offensivo: Pozzi, Eder e soprattutto Maxi Lopez sono ancora infortunati. Gli attaccanti del Bologna (Gilardino, Diamanti e Gabbiadini) sono invece tutti in forma e reduci da un goal ciascuno nel match casalingo contro il Palermo. Gli emiliani meritano quindi almeno una doppia chance (X2 = 1.60) se non addirittura il “2 fisso” in schedina (a quota 3.20). E’ davvero improbabile la ripetizione di uno 0-3 anche in trasferta (quota  34.00) ma nessuno si stupirebbe se Icardi, Kristicic ed Estigarribia rimanessero “a secco”: 0-2 (quota 15.00) ?

PESCARA-ROMA (ore 15:00)

Zdenek Zeman, autore di una miracolosa promozione che ha riportato il Pescara in Serie A dopo quasi 20 anni, torna oggi allo stadio Adriatico: i tifosi abruzzesi lo accoglieranno certamente come un eroe…ma potrebbe essere questo l’unico sorriso di giornata, almeno per i padroni di casa. Il Pescara, infatti, ha appena cambiato allenatore: Stroppa si è dimesso ed a sostituirlo è stato chiamato Cristiano Bergodi…un’altro esordiente in Serie A. Il Pescara è, lo dicono le statistiche, la 2° peggior difesa del campionato (dopo il Chievo) ed affronterà oggi pomeriggio l’attacco più prolifico dell’intero campionato, migliore anche di quello della capolista Juventus. Inutile spiegare a Pesacara come giocherà la Roma di Zeman: sempre e solo all’attacco. La vittoria ottenuta soltanto lunedì scorso contro il Torino (2-0), inoltre, ha esaltato la difesa capitolina che è stata incredibilmente in grado di terminare la partita senza subire goal dagli avversari. La vittoria della Roma pare dunque quasi inevitabile (quota 1.55) ma bisogna ricordare come Weiss, il migliore attaccante del Pescara, sarà di nuovo disponibile, al contrario del capocannoniere della Roma, Erik Lamela. Oggi rispolveriamo i due dadi per provare ad azzeccare il risultato esatto: se l’ 1-6 (come quello subito dal Pescara contro la Juventus poche settimane fa) rientra nell’ ipotesi “altro” (quota 8.00), il 2-4 sale quasi fino al triplo (quota 23.00).

TORINO-FIORENTINA (ore 15:00)

Due mesi senza sconfitte e cinque vittorie consecutive: questo è l’invidiabile biglietto da visita della Fiorentina di Montella, oggi ospite del Torino. La formazione toscana è in forma strepitosa ed ha persino raggiunto il 3° posto in classifica, a pari merito con il Napoli e ad un solo punto dall’Inter (5 dalla Juve). Quando una squadra completamente rinnovata “gira” alla meraviglia, non si possono che fare i complimenti all’allenatore ed agli addetti ai lavori; quando una squadra vince 5 partite di fila…non è mai per sbaglio! Il Torino sta giocando il suo onesto/modesto campionato: a volte scintilla (vedere l’1-5 di Bergamo), altre sbadiglia, ma in fondo è sempre lì..nel limbo. Le squadre di Ventura giocano saggiamente ed anche a Roma, lunedì scorso (2-0), hanno rischiato di imporre il loro solito pareggio fino al 70°. Questa strategia, tuttavia, è quantomeno noiosa se non deprimente e ciò ci convince a puntare ancora una volta sui viola, seppur ancora privi dell‘infortunato Jovetic: il “2″ in schedina è a quota 2.30. Non ci aspettiamo però goleade, specie ora che Ogbonna è tornato titolare nella difesa granata: lo 0-1 e lo 0-2 sono rispettivamente quotati a 7.00 ed a 10.00 in lavagna, mentre il solito 1-1 scende persino al di sotto dei 6.00.

MILAN-JUVENTUS (ore 20:45) : “Il diavolo e la zebra”

Il diavolo e la zebra

Sarà sena dubbio questo il big-match della 14° giornata di Serie A. Entrambe queste due squadre, Milan e Juventus, sono reduci da 2 importantissime vittorie in Champions League. I rossoneri hanno giocato mercoledì sera a Bruxelles, dove battendo l’Anderlecht (1-3) hanno ottenuto la qualificazione agli ottavi di finale con un turno di anticipo; i bianconeri hanno invece giocato in casa ed un giorno prima: la netta vittoria sul Chelsea (3-0) non conferisce ancora la matematica certezza della qualificazione…ma in Ucraina fra due settimane basterà una X, un pareggio…un biscotto! Accantonate le sbronze europee, è il momento di tornare con i piedi per terra, almeno per questo Milan 12° in classifica: da quando le vittorie valgono 3 punti, il distacco tra Milan e Juventus non era mai stato così ampio dopo sole 13 giornate di campionato (ben 17 punti di differenza). La squadra di Allegri sta giocando senza dubbio meglio del suo imbarazzante inizio di stagione ed i goal a raffica di El Shaarawy (oltre ad una perla di Mexes in Coppa) ne sono la più chiara dimostrazione. La difesa, tuttavia, continua a scricchiolare e nell’ultima partita in casa il Milan si è dovuto arrendere alla Fiorentina (1-3). La Juventus sembra molto più solida in questo momento e non importa molto che Chiellini e Bonucci rischiano di saltare la trasferta di questa sera: la capolista gioca un calcio di un altro livello e non soltanto rispetto al Milan. Stasera al San Siro ci sarà un ospite d’onore, il mitico Van Basten: anche lui, come tutti i tifosi rossoneri (e del calcio più in generale), vorrà riscattare quel pareggio dell’anno scorso (1-1) che svoltò il campionato e consegnò il 28° scudetto (30 sul campo) alla Vecchia Signora. Oggi il fantasma di Muntari non dovrebbe invadere l’Opera, la Scala del calcio: ecco cosa ci fanno quei due arbitri dietro le porte…i ghostbusters! Per anni ed anni in questa partita ci si è spesso giocati lo scudetto, ma oggi sembra una sfida come un’altra, tra la dodicesima forza in campionato e la capolista campione in carica, tra un “diavolo” di Milan ed una “zebra” stellare. Il risultato? Ovvio, ma non scontato, con il “2″ della Juventus che si gioca ad un decente 2.15 in lavagna. La Juventus potrebbe addirittura vincere con 2 goal di scarto, anche se probabilmente non riuscirà a tenere inviolata la propria porta. Ci auguriamo dunque di vedere una partita con goal da entrambi le parti (quota 1.70) e che non finisca nella noia dei tatticismi e dell’under: se l’ 1-3 paga già bene (quota 15.50) il 2-4 schizza fino a quota 81.00…certamente un po’ troppo azzardato, ma non così impossibile.

Buona domenica a tutti: domani giocano Cagliari-Napoli e Parma-Inter


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *