Germania: Merkel sì a Gauck, il nuovo presidente ‘pastore’

//   20 febbraio 2012   // 0 Commenti

Joachim Gauck

Il presidente dovrà essere eletto entro il 18 marzo. Gauck, 72 anni, ha guidato per primo l’ente che gestisce gli archivi della Stasi (la polizia segreta nell’ex Ddr). Tra i tedeschi gode di grande popolarità. Abile oratore, nei suoi discorsi torna spesso il tema della libertà. «Per me è una giornata particolare, la cosa che mi commuove di più è che una persona come me, nata in guerra e vissuta per cinquant’anni in una dittatura, ora venga chiamata ai vertici dello Stato», ha commentato, dicendosi «confuso» per l’improvvisa designazione.

Con lui la Germania si ritroverà non solo con due protestanti (Merkel è figlia di un pastore, Gauck è stato lui stesso pastore), ma anche, per la prima volta, con due ex tedeschi dell’Est ai suoi vertici.

A sorpresa la cancelliera si è piegata alle pressioni dei suoi alleati di coalizione liberali e dell’opposizione e ha accettato di sostenere lo stesso candidato che un anno e mezzo fa aveva scartato con decisione.

Il fatto che alla fine Merkel abbia ceduto si spiega con la sua volontà di evitare una crisi di coalizione: nel pomeriggio i vertici dei liberali della Fdp avevano annunciato il loro sì a Gauck, rischiando il muro contro muro con la Cdu. La Fdp ha azzardato il tutto per tutto, per cercare di risalire la china – nei sondaggi è precipitata al 2% – in vista delle regionali in Saarland (fine marzo) e SchleswigHolstein (inizio maggio).


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *