Frenata del PIB: nel T2 solo +0,2%

//   16 agosto 2011   // 0 Commenti

leoromania

crescita pib2

il PIL nel T2 crexce di 0,2%

I dati resi noti oggi dall’istituto di statistica romeno confermano le aspettative che circolavano da giorni circa l’andamento della prodotto interno lordo. Dopo il primo trimestre quando la crescita era stata dello 0,7% nel secondo si è registrato una brusca frenata seppure mantenendo il dato in territorio positivo attestandosi a +0,2%.

In un panorama europeo di forte instabilità dove sia la Francia che la locomotiva tedesca hanno fatto registrare crescite nulle, il dato della Romania non deve sorprendere in virtù soprattutto di una analisi più approfondita dei dati a disposizione.

Il settore che continua a trainare l’economia è sempre quello della industria che però a differenza dei primi mesi dell’anno ha visto rallentare in misura considerevole la voce delle esportazioni. Ma il vero problema interno rimane la debolezza della domanda che continua a non dare segnali di ripresa sia per l’alto tasso di inflazione sia per i salari che continuano a rimanere bloccati sui minimi. Il comparto della agricoltura e delle costruzioni sono tornati a crescere anche se in misura minore rispetto alle aspettative.

Il dato positivo rimane comunque che con il segno positivo nel T2 la Romania è ufficialmente, e non solo tecnicamente, uscita dalla fase di recessione essendo questo il terzo trimestre consecutivo di crescita.

Le previsioni per fine anno sono state riviste al ribasso, seppur minimo, indicando una crescita complessiva compresa tra l’1,2 e l’1,5%.

 


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *