Francesca Mannocchi vincitrice del Premio Estense

//   30 settembre 2019   // 0 Commenti

_dam5933

DAM5933È Francesca Mannocchi la vincitrice della cinquantacinquesima edizione del Premio Estense. Il suo “Io Khaled vendo uomini e sono innocente”, edito da Einaudi, romanzo e al contempo reportage giornalistico che risveglia la coscienza di un Occidente che in maniera troppo sbrigativa e frettolosa si è defilato sul tema-monstre delle migrazioni, ha messo d’accordo la giuria tecnica presieduta da Guido Gentili e quella popolare, riunite questa mattina presso Palazzo Roverella a Ferrara, alla terza votazione con 25 preferenze.

 

“In questi anni di lavoro in Libia ho imparato che è necessario unire le storie, la cronaca alla forza dei numeri”, ha rimarcato la giornalista a margine della proclamazione. “Oggi come mai è importante avere cura delle parole, parlare per esempio di ‘fenomeno’ migratorio e non di ‘emergenza’ migratoria, che non esiste. La vera emergenza è quella umanitaria nelle carceri libiche, dove da anni, giornalisti e organizzazioni umanitarie denunciano abusi e torture”.

 

Oggi pomeriggio al Teatro Comunale, alla presenza del presidente di Confindustria Vincenzo Boccia e del vicedirettore generale di BPER Eugenio Garavini, calerà il sipario sulla 55esima edizione del Premio con il conferimento ufficiale dell’Aquila d’Oro a Francesca Mannocchi e il Riconoscimento Granzotto “uno stile nell’informazione” a Lucia Annunziata.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *