Fondo di solidarietà e Microcredito d’impresa, nuove iniziative della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo

//   8 novembre 2011   // 0 Commenti

imageUn “Fondo Straordinario di Solidarietà” per favorire l’inserimento lavorativo dei disoccupati e un “Microcredito d’Impresa” per favorire l’avvio di nuove imprese. Sono le due iniziative appena presentate alla sede padovana di Piazza Duomo della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, dal suo Presidente Antonio Finotti, dall’Assessore Provinciale al Lavoro Massimiliano Barison, dai Presidenti della Camera di Commercio Roberto Furlan e dell’Associazione  di Volontari VOBIS Franco Pau, dai Direttori della Fondazione Antonveneta Bruno Bianchi Massimo Tussardi della Cassa di Risparmio del Veneto, da Monsignor  Paolo Doni Vicario generale della Diocesi di Padova.  Dopo i positivi risultati raggiunti con la prima edizione del progetto, grazie a cui sono state accolte tra Padova e Rovigo circa 1.300 richieste di aiuto per un totale di oltre 2 milioni di euro, la Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, la Diocesi di Adria-Rovigo, la Diocesi di Chioggia, il Consvipo, la Camera di Commercio di Rovigo, la Provincia di Rovigo rinnovano ora il proprio impegno per contrastare la disoccupazione e il disagio economico e sociale che ne deriva. Obiettivo del Fondo è quello di raccogliere complessivamente oltre 1 milione di euro per sostenere circa 700/800 progetti di reinserimento lavorativo. Ad oggi sono disponibili 603.000 euro così ripartiti: 500.000 euro dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, 60.000 euro dal Consvipo, 35.000 euro dalla Diocesi di Adria-Rovigo, 3.000 euro dalla Diocesi di Chioggia, 5.000 euro dalla Camera di Commercio di Rovigo.
La nuova edizione del Fondo di Solidarietà prevede in particolare l’attuazione di misure di accompagnamento e reinserimento lavorativo quali voucher, borse-lavoro, corsi e tirocini formativi, progetti di pubblica utilità e/o utilità sociale. Un ruolo importante è svolto dalla Caritas, in collaborazione anche con le Acli e il CSV, incaricata di organizzare, con il coinvolgimento dei propri volontari, gli Sportelli di solidarietà per il lavoro, che svolgono la funzione di incontro, ascolto, orientamento e valutazione dei potenziali beneficiari in relazione anche alle proposte di inserimento lavorativo pervenute. I Centri di Solidarietà favoriranno per quanto possibile lo sviluppo delle relazioni tra la rete degli enti preposti alle tematiche del lavoro, quali i Centri per l’impiego e i Comuni, e funzioneranno su segnalazione di questi ultimi.
A tal fine la Fondazione ha predisposto un’apposita area del proprio sito www.fondazionecariparo.it  che consentirà agli operatori di condividere le richieste di sostegno e le proposte di accompagnamento lavorativo in tempo reale. Antonio Finotti, Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, ha dichiarato: “Con il varo del Fondo di Solidarietà ci siamo proposti di portare avanti il nostro impegno nell’aiutare concretamente e tempestivamente le famiglie in difficoltà, favorendo processi di accompagnamento sociale e reinserimento nel mondo del lavoro. Un’iniziativa che non avrebbe mai potuto concretizzarsi senza la sinergia con gli altri enti e l’apporto fondamentale di numerosi volontari che mettono gratuitamente a disposizione dei beneficiari del progetto il proprio tempo e la propria professionalità. Con il Fondo di Solidarietà – continua il Presidente Finotti – diamo ulteriore continuità alla nostra programmazione di interventi degli ultimi anni: una programmazione in cui l’attenzione ai bisogni delle fasce più deboli riveste importanza prioritaria, anche alla luce di una situazione di incertezza economica i cui effetti non accennano ad attenuarsi”.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *