Firenze, sigilli alle ex officine dietro stazione Leopolda

//   15 settembre 2011   // 0 Commenti

firenze stazione leopolda sigilli

«La città del degrado è stata finalmente smantellata. E’ una buona notizia per Firenze che arriva grazie alle forze dell’ordine prima che alle numerose nostre denunce sui giornali». Sono le parole con cui il Consigliere regionale del Pdl Giovanni Donzelli ha accolto oggi la notizia dei sigilli apposti dal Noe all’area dietro la stazione Leopolda, quella delle ex officine.

«A pochi metri di distanza dalla Leopolda, il luogo simbolo del rottamatore Renzi, e direttamente confinante con il nuovo teatro della musica – ricorda Donzelli –

esisteva una favela lasciata completamente indisturbata dall’amministrazione comunale. Con le Ferrovie, il sindaco Renzi aveva aperto mille trattative: dalla Foster al destino di Campo di Marte, dai binari di superficie alle opere di compensazione. Tuttavia non si era mai posto il problema di pretendere che quell’area fosse strappata al degrado di criminali, spacciatori e clandestini. Mai una parola, mai una battuta e, a quanto ci risulta, mai nemmeno una lettera formale. Solo dopo le denunce nostre e della stampa oggi l’intervento delle forze dell’ordine ha strappato quest’area al degrado».

«Mi auguro – conclude Donzelli – che l’area possa presto essere recuperata anche urbanisticamente e riconsegnata alla città. Altrimenti il rischio è che presto torni ad essere esattamente quello che era fino a ieri».


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *