Olimpiadi / 4 finali da derby

//   8 agosto 2012   // 1 Commento

Neymar-Dos santos

Verde-ORO o sombrero?

Senza che la maggior parte di noi se ne potesse anche solo accorgere, i tornei di calcio olimpico sono quasi giunti al loro epilogo. Nonostante le 12-13 ore di diretta proposta dalla Rai su infiniti, ed a volte anche noiosi, sport olimpici…di calcio non se ne è mai visto (nè si vedranno le finali!), della serie “Se non hai Sky si vede“!

Per una curiosissima coincidenza sia nel torneo maschile che in quello femminile di calcio, le 8 squadre giunte alle finali (alle Olimpiadi si svolge anche la “finalina” per il 3° e 4° posto) costituiscono intrecci che, senza esser troppo pignoli, potremmo considerare dei veri e propri derby.

USA – GIAPPONE (09 Agosto, ore 20:45)

Nel calcio del gentil sesso sono volate in finale Usa e Giappone che si contenderanno la medaglia d’oro: le statunitensi possono dunque conquistare il loro 3° successo consecutivo dopo Pechino ed Atene, nonchè il 4° su 5 edizioni totali (solo dal 1996, ad Atlanta, venne inaugurato il torneo femminile di calcio); dall’altra parte un Giappone che ha sempre partecipato alle Olimpiadi per donne senza mai cavarne una medaglia. Quando si parla di queste 2 nazioni non si può dimenticare la tragedia di Hiroshima, quando nel 1945 proprio gli Stati Uniti d’America rasero al suolo la città giapponese con la 1°, ma non ultima purtroppo, bomba atomica della storia dell’ “umanità”. Derby forse un po’ vecchiotto e poco caldo, ma anche le guerre a volte possono essere…fredde. Nonostante ciò ci si augura comunque di vedere una finale spettacolare e puramente agonistica. Gli USA sono favoriti secondo i bookmakers, con il segno 1 che si gioca in lavagna a quota 1.95. La quota dei nipponici è invece di 3.70, esattamente la stessa probabilità che gli Stati Uniti (ed io credo in questo) vincano con almeno 2 goal di scarto. Interessante, infine, il risultato esatto 2-1, quotato 9:1.

CANADA – FRANCIA (09 Agosto, ore 14:00)

La finalina per il 3° e 4° posto vedrà contendersi il bronzo tra Francia e Canada. Proprio la seconda nazione più grande al mondo, il Canada, divenne possedimento francese già nel 1534 e la colonia americana divenne la “Nuova Francia“. Verso la metà del 1700, però, la Gran Bretagna si impossessò del suolo canadese, a seguito della c.d. guerra dei 7 anni, estirpandolo ai padroni francesi. Soltanto nel 1982, infine, il Canada ha ottenuto la totale e definitiva indipendenza da “madre patria” Gran Bretagna. La partita sarà dunque davvero sentita dai 35 milioni di nord-americani che, ancora oggi, parlano 2 lingue: l’inglese ed il francese, appunto. La Francia sembra favorita con il segno 2 che si gioca a 1.90 contro i 3.50 della vittoria canadese. Nonostante il 3-3 con cui le canadesi hanno costretto gli USA ai supplementari in semifinale, io scommetterei su uno spareggio senza troppe emozioni nè goal, mi sembra dunque esagerata la quota dell’UNDER (massimo 2 goal totali) giocabile a 2.00.

COREA DEL SUD – GIAPPONE (10 Agosto, ore 20:45)

Svanito il sogno dei nipponici di portare 2 formazioni in 2 finali olimpiche di calcio, il calcio giapponese maschile si dovrà accontentare del derby asiatico contro la Corea del Sud, che comunque varrà per il 3° posto e dunque per l’ultima medaglia in palio (bronzo). Nelle quote degli allibratori regna il massimo equilibrio, con la vittoria coreana che paga 2,70 e quella giapponese 2.40, mentre il pareggio è dato 1:3. Anche qui immagino una partita senza troppe reti, con il No Goal quotato 1:2 (massimo una squadra in rete), per chi volesse azzardare…suggerisco lo 0-1, quota 8.00.

BRASILE-MESSICO (11 Agosto, ore 16:00)

Per ultima ho riservato la finalissima, il derby del nuovo continente, quasi una sfida tutta latino-americana…quella tra il Messico (che su 10 Olimpiadi non è mai salito sul podio) ed i Brasile che, pur avendo vinti ben 5 campionati del Mondo di calcio, non ha mai vinto le Olimpiadi! Dopo 2 finali dei Mondiali monopolizzate da nazionali europee (Francia-Italia e Germania-Spagna), sembra dunque risorgere il calcio-samba, quello dei fenomeni, ma anche degli ubriaconi, quel calcio-Champagne ma anche e soprattutto delle favelas, il calcio dei giovani, comunque…il calcio del futuro! I bookmakers non hanno alcun dubbio con il Brasile superfavorito per il primo oro olimpico nel calcio. La possibilità che vinca il Messico è quotata troppo bene per non farci un pensierino: quota 4.00 per l’oro, addirittura 6.50 per la vittoria entro i 90 minuti regolamentari! D’altra parte bisogna dire che il Brasile giunto in finale ha demolito le proprie avversarie vincendo tutte e 5 le precedenti gare, nelle quali ha sempre segnato 3 goal, non uno più nè uno meno…come se l’allenatore avesse detto: Facciamogliene 3, poi vediamo di non perdere! Si perchè (nonostante la classe, la fantasia ma anche il cinismo in attacco) la compagine verde-oro ha sempre dimostrato di non aver mai risolto l’annoso problema della retroguardia, concedendo sempre ampi spazi, se non addirittura verdi praterie, al contropiede avversario. E’ infatti riuscita a farsi segnare 2 goal sia dall‘Egitto (dopo un triplice vantaggio, quasi buttato alle ortiche) che dall’Honduras, contro il quale ha dimostrato (nei quarti di finale) di saper anche recuperare lo svantaggio per ben 2 volte, riuscendo persino a vincere nei 90 minuti regolamentari. Neymar, già coccolato dal Barcellona, è destinato a vincere la classifica dei cannonieri delle Olimpiadi di Londra 2012, il giovane Leandro Damiao ha trascinato i suoi nella semifinale contro i coreani, mentre Pato ed Hulk (ancora a secco di reti) sembrano non convincere del tutto. Dall’altra parte troviamo il Messico capitanato dal talento 23enne del Tottenham, già in rete 3 volte a Londra, e curiosamente di origine brasiliana: Giovani Dos Santos. Un dato che può farvi meglio accettare il mio pronostico,in controtendenza con quello classico, è quello relativo ai goal subiti: soli 3 per il Messico e ben 8 per il Brasile, in sole 5 gare! Inoltre la squadra centro-americana ha portato a segno ben 7 giocatori diversi, dimostrando di avere numerose alternative. Come avrete capito non sono molto concorde con le agenzie di scommesse che prevedono una partita chiusa, senza chance di sorpresa. All’ 1.45 della vittoria brasiliana (in 90′) preferisco di gran lunga l’ipotesi di OVER (almeno 3 goal totali) a quota 1.65, di GOAL (entrambe le formazioni in rete) a quota 1.80 o addirittura l’ X2 ben quotato a 2.50. Se, invece siete convinti anche voi che l’11 Agosto 2012 sarà veramente il giorno del primo oro calcistico brasiliano, vi consiglio di ripetere i 3 goal cui il Brasile si è matematicamente affezionato: improbabile il 3-0 (quota 10.00), simile il 3-1 (quota 11.50) mentre molto più alto il rocambolesco 3-2 (quota 26.00), affascinante ipotesi dei supplementari con il 3-3 (quota 100.00) mentre sarebbe davvero fruttuoso un inpronosticabile 3-4, per cui la quota è addirittura di 1:250!

Insomma, sarà per l’antipatia nutrita da noi italiani per gli eterni rivali brasiliani (di cui pure invidiamo il talento), io tifo per sfatare il mito del messicano con il sombrero che adora solo…il momento della siesta


Articoli simili:

1 COMMENT

  1. Pingback: Olimpiadi / 4 finali da derby – MondoLiberOnline | Olimpiadi Brasile

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *