Incidente sul lavoro a Marghera. Zaia: “Dobbiamo intensificare le nostre politiche per una maggior sicurezza”

//   13 luglio 2011   // 0 Commenti

photo 1

Il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, esprime forte cordoglio per l’incidente mortale di cui è rimasto vittima oggi un operaio romeno, dipendente di un’azienda impegnata in lavori in subappalto al Petrolchimico di Porto Marghera.Sono vicino alla moglie e ai due piccoli figli di Mihai Savagurschi – afferma Zaia –, un operaio straniero che aveva trovato nella nostra regione un’opportunità occupazionale per dare migliori prospettive di vita alla propria famiglia. Questo dramma si somma a quelli che, purtroppo, funestano continuamente gli ambienti di lavo10172 a24839o e che, nonostante le norme, i controlli e gli appelli si ripresentano con grave frequenza anche nel Veneto”. “Insieme all’assessore Elena Donazzan – continua Zaia – siamo impegnati nel tentativo di debellare una vera piaga sociale che, nel ripetersi di questi tragici fatti, conferma la debolezza del sistema al quale non siamo riusciti ancora, nonostante il grande impegno profuso e le iniziative messe in atto, a dare una soluzione. La Regione continuerà nelle sua attività di prevenzione e di supporto alle diverse componenti del mondo del lavoro, in questo che deve essere considerato un compito imprescindibile per una società moderna e avanzata come la nostra”. “Se le nostre azioni in tema di formazione obbligatoria dei lavoratori, se i protocolli di sicurezza che la Regione ha promosso con le associazioni di categoria non sono ancora sufficienti per porre fine a questi episodi drammatici – conclude il presidente Zaia –, intensificheremo ulteriormente sforzi e impegno, in base alle nostre competenze, insistendo soprattutto sugli aspetti formativi e sulla responsabilizzazione di tutte le componenti interessate”.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *