“Ferrari: un mito immortale” alla Festa del Cinema di Roma

//   1 novembre 2017   // 0 Commenti

editorial-use-only-ferrari-team-italy-56

regista director daryl goodrich 300x200

Daryl Goodrich, regista

Icone di una generazione. Leggende di uno sport. Anni ’50: l’ascesa dell’iconica Scuderia Ferrari, simbolo del Made in Italy nel mondo, nel campionato mondiale di Formula Uno e il decennio più mortale nella storia delle corse automobilistiche in un coinvolgente docu-film. “Ferrari: un mito immortale”  è stato proiettato in anteprima europea il 29 Ottobre alla 12esima edizione della Festa del Cinema di Roma alla presenza del regista Daryl Goodrich e della produttrice Julia Taylor-Stanley. Nel cast: Richard Williams, Peter Windsor, Sally Young.editorial use only musso tourist trophy 55 300x200

Mentre le auto sfidavano i limiti dell’abilità umana, i piloti vivevano sulla punta del coltello tra la vita e la morte. Al centro di tutto c’era Enzo Ferrari, figura di spicco nel mondo delle corse automobilistiche e patriarca della Ferrari, che ha osato immaginare la velocità in un modo in cui nessun altro avrebbe mai potuto. Nonostante la competizione all’interno del suo team, due delle sue star, Peter Collins e Mike Hawthorn, decisero che la loro amicizia era importante quanto vincere la prossima gara.

editorial use only ferrari collins italy 56 300x200“Ferrari: un mito immortale”  (91 minuti) racconta la storia di amori e di perdite, di trionfi e tragedie dei piloti più decorati della Ferrari, in un’epoca in cui la settimana era scandita dai ritmi della dolce vita e i weekend dal lancio della moneta per scommettere sulla loro sopravvivenza..

Note di regia: “Provenendo dal mondo dello sport, ho voluto fortemente fare questo film. La fine degli anni ’50 è stato un periodo incredibile per il mondo delle corse automobilistiche – alimentato da adrenalina, passione, glamour, trionfo e infine tragedia. Il limite tra la vita e la morte era sottilissimo e questi immensi corridori vivevano la vita al massimo, e molti di loro hanno pagato questo scotto a caro prezzo.

Al centro di tutte queste storie, un personaggio enigmatico, un uomo guidato dal desiderio di conquistare a tutti i costi la sua stessa vita che è stata toccata dalla tragedia, un uomo che da solo ha saputo definire un’epoca – Enzo Ferrari. È senza dubbio uno degli uomini più influenti di quel tempo, nessun prezzo era troppo alto, nessuna vita troppo preziosa nella lotta per la vittoria, ma era anche un uomo colpito dal dolore, che possedeva molti lati oscuri che ebbero una certa importanza nel definire tutto il suo vissuto. Ferrari – Race to Immortality non ha solo un grande protagonista, ma ben sei. Ognuno con storie impegnative e un elemento che le accomuna: tutte hanno a che fare con questa grande figura. Enzo è stato il burattinaio principale che ha tirato le fila in tutte le loro vite e li ha spinti al limite, e anche oltre”.

Masha Sirago, mashasirago@gmail.com

 

 


Tags:

auto

cinema

corse

corse automobilistiche

Daryl Goodrich

Ferrari

Festa del Cinema di Roma

Masha Sirago

movie

Scuderia Ferrari

velocità


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *