Fashion week Milano

//   23 febbraio 2012   // 0 Commenti

41172020_gucci3

Dopo Parigi, New York e Londra, riflettori puntati fino al 28 febbraio sulla fashion week di Milano, che metterà in campo i grandi nomi della moda italiana, ma anche un bel numero di designers emergenti. Una sferzata di vigore necessaria in un momento di crisi come quello attuale, che non ha risparmiato di certo i settori moda-tessile, per i quali, come ha ricordato qualche giorno fa Mario Boselli, presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana (CNMI), “le previsioni per 2012 destano qualche preoccupazione”.

alberta ferretti1 205x300

alberta ferretti 22 205x300richmond1 199x300

 

 

137 collezioni, 72 sfilate con tutti i grandi nomi del made in Italy, 53 presentazioni di marchi, 17 su appuntamento. Cuore pulsante della kermesse il quadrilatero del centro di Milano che comprende Palazzo Giureconsulti, Palazzo Clerici, Circolo Filogico e Castello Sforzesco, dove oltre alle sfilate di John Richmond domani, di Barocco il 23 febbraio, di C’n'c Costume National il 24, di Byblos il 26 e dei giovani di New Upcoming Designers e Next Generetion in chiusura il 28 febbraio, il 25 febbraio si terrà anche una sfilata dei costumi del musical Priscilla-La regina del deserto, disegnati da Tim Chappel e Lizzy Gardiner.
Ma oltre al fitto calendario ufficiale sono previste anche alcune inevitabili sfilate off. Tra queste, Kristina Ti al Museo della Permanente e nella sede della Fondazione Pomodoro, Elena Mirò con le sue donne curvy, rappresentate da Carrie Otis, fresca di autobiografia. Sfileranno Max Mara, Blugirl, Fendi, Ermanno Scervino, Rocco Barocco, Krizia, Jo No Fui, Daniela Gregis, Prada, Maurizio Pecoraro e Anteprima, seguirà Moschino, 2012 Les Copains, Etro, Just Cavalli, C’n'c Costume National, Iceberg, Blumarine, Gabriele Colangelo, Marco De Vincenzo, Aigner, Versace in chiusura. Il 25 febbraio sarà la volta di Bottega Veneta, Emporio Armani, Mila Schon, Sportmax, Jil Sander, Silvio Betterelli, Massimo Rebecchi, Antonio Marras, Ter et Bantine, Emilio Pucci. Genny è off. Il 26 apre Marni. Seguono Trussardi, Biagiotti, Dolce & Gabbana, Byblos, Missoni, Frankie Morello, Salvatore Ferravamo, Aquilano Rimondi, Roberto Musso e Versus. Il 27 tocca a Dsquared2, Giorgio Armani, Roberto Cavalli, Gianfranco Ferré, Normaluisa, Alviero Martini 1 classe, Lorenzo Riva. Il 28 chiudono Chicca Lualdi Beequeen, Cristiano Burani, i giovani al Castello Sforzesco, le new entry Sergei Grinko e Basharatyan V.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *